sabato 4 novembre 2017

MAESTRI SPIRITUALI - GUIDE SPIRITUALI

VITA DI UN MAESTRO OCCIDENTALE - OMRAAM MIKHAEL AIVANHOV di Louise-Marie Frenette 


Louise-Marie Frenette è saggista e scrittrice di 
romanzi, ha conosciuto e seguito Omraam M. Aivanhov nei suoi ultimi 10 anni di vita, e ne è divenuta la biografa ufficiale. Ha composto questo testo dopo un attento studio di tutte le Conferenze di Aivanhov e dopo sette anni di ricerche, effettuate anche nelle nazioni in cui Aivanhov ha vissuto e insegnato, avvalendosi quindi di oltre un centinaio di testimonianze, offerte da familiari o da chi lo aveva conosciuto direttamente come suo discepolo. Questo libro è la prima biografia dettagliata e ampiamente documentata di Omraam M. Aivanhov. 

"Vita di un Maestro Occidentale" (Edizioni Stella Mattutina) è un libro che racconta la vita e l'insegnamento di Omraam M. Aivanhov, maestro spirituale franco-bulgaro appartenente alla tradizione dei grandi Iniziati e delle grandi guide spirituali dell'umanità.

I metodi che proponeva nel suo insegnamento sono semplici, accessibili e pieni di forza insospettata e ognuno ha un'applicazione concreta. Sono metodi estremamente efficaci, esposti con una tale chiarezza e precisione che anche un bambino potrebbe comprenderli. Omraam ci parla della capacità che tutti gli esseri umani hanno di diventare "perfetti" come perfetto è il Padre Celeste, e di trasformare il mondo in cui vivono. Il suo insegnamento è centrato sul tema della Luce, che è per lui la migliore rappresentazione di Dio che gli esseri umani possono avere. 

Nei decenni che videro la fine di un'era e il principio di una nuova, parlò costantemente di Fratellanza e di Amore, di Luce e di purezza, affrontando tutti i temi suscettibili di stimolare nei "figli della Terra" il desiderio di approfondire la loro coscienza di essere figli e figlie di Dio.  

Probabilmente la collocazione temporale non era importante per lui: per l'anima i fatti della vita si situano in uno spazio illimitato, fanno parte dell'eterno presente e ciò che ha valore è la realtà dell'evento, le sue ripercussioni sull'anima, sul cuore, i legami che crea con i mondi sottili. 

Quest'opera è sia una biografia, sia un itinerario spirituale che si rivolge a tutti coloro che si ispirano alla vita di esseri straordinari. E' evidente che solo il Maestro avrebbe potuto raccontare la propria vita in modo esaustivo, ma io ho seguito un consiglio che lui stesso aveva dato il 28 marzo 1946, parlando dei fenomeni extrasensoriali: "Solo Dio potrebbe spiegare certi fatti, noi ne sappiamo pochissimo. Io vi dò dei frammenti, cuciteli insieme". 
Così ho fatto, ho raccolto questi frammenti e li ho messi su un metaforico telaio per tessere il grande arazzo della sua vita. (Louise-Marie Frenette) 

Quando si ascolta o si legge un'opera bisogna innanzitutto sapere cosa rappresenta, se è una forza buona o cattiva, e a cosa può essere paragonata: è simile al vento, o al tuono? E' come un torrente che scende giù dalla montagna, come l'elettricità, come il calore? Qualunque sia la forza emessa, bisogna saperla utilizzare. Se è il vento, potete immaginare di navigare con le vele spiegate. Se è l'elettricità, potete usarla per mettere in moto degli apparecchi spirituali. 

Nella vita e nella missione di Omraam, il pensiero è lo strumento capace di realizzare cose fenomenali, e il silenzio un bisogno e perfino un metodo di comunicazione; ma se anche lo sguardo può essere un modo misteriosamente efficace per scambiare qualcosa, è la parola che ha il ruolo più importante. 

Con la sua abituale sincerità, era solito dare consigli che miravano all'essenziale, ma tutto in forma gratuita, il suo atteggiamento non fu mai ambiguo e non accettò mai denaro per le sue conferenze. C'erano, è vero, delle persone vicine a lui che si facevano carico delle spese,volontariamente e in modo anonimo, ma a lui bastava poco per vivere. Fin dal primo anno, dopo otto mesi di conferenze regolari, aveva chiarito al suo pubblico abituale di voler lavorare gratuitamente, come aveva fatto il maestro Peter Deunov. "Dio ci dà dei doni gratuitamente e noi dobbiamo imitarLo". 
Omraam infatti suggeriva a tutti la preghiera di Peter Deunov, che lui chiamava la formula dell'Alto Ideale...

"Si abbia il cuore puro come il cristallo,
l'intelletto luminoso come il sole, 
l'anima vasta come l'universo,
lo spirito potente come Dio e unito a Dio". 

Ogni essere che evolve deve incontrare e vincere "lo spirito" della paura. Bisogna far crescere l'amore per Dio, lavorare con l'aiuto della volontà, della purezza e della giustizia, e allora la paura sparirà. La prima cosa da fare è instaurare questo legame con Dio. Ha l'effetto di un calmante. La luce aumenta, come anche la padronanza di sé e tutto diventa meravigliosamente chiaro dentro di noi. 
L'amore è un'emanazione, un fiume che scende da grandi altezze per dissetare e nutrire gli uomini, gli animali, le piante. Il più grande segreto in realtà è solo questo: l'amore è l'unica legge della vita.   Anna A.