lunedì 26 febbraio 2018

PSICOLOGIA - ELABORAZIONE DEL LUTTO

BACI DI LUCE di Marta Saurina e Joan Carles Casermeiro 
Amore Eterno 

Marta Saurina e Joan Carles Casermeiro sono autori di questo libro e hanno un'altra figlia, vivono e lavorano a Barcellona (Catalogna) con la ritrovata serenità proseguendo il loro percorso evolutivo consapevolmente grazie agli insegnamenti di Sergi, (loro primo figlio deceduto in tenera età), protagonista di questo libro, il figlio che ha varcato la soglia per andare all'aldilà. 

"Baci di Luce"  Edizioni Alvorada è la storia vera degli autori Marta e Joan, che perdono il loro figlio all'età di dodici anni... nell'immensità di un dolore inconsolabile, ritrovano una luce di speranza...
Attraverso il contatto psicografico (processo di scrittura che viene utilizzata in psicoanalisi come possibile strumento per far emergere conflitti inconsci), con lo "spirito" del loro bambino capiscono che la vita prosegue dopo la morte e che la vita terrena è solo una delle tappe evolutive dell'anima... 
Comprendono che l'amore attraversa le dimensioni rimarrà per sempre nel proprio cuore. 

Questo libro è la cronaca di un dialogo tutto speciale: un dialogo tra due diverse dimensioni, tra "l'Aldiquà" e l'Aldilà, tra un padre che chiama un figlio, morto in circostanze drammatiche, che risponde. Il dialogo avviene attraverso una medium che rifiuta categoricamente qualsiasi compenso e qualsiasi notorietà, e che non intende prestare la sua collaborazione ad altri. Attraverso la scrittura automatica, la medium riesce a creare un ponte tra l'avvocato e suo figlio. L'autore afferma di essere stato all'inizio molto scettico e incredulo, ma che si è poi arreso all'evidenza: il modo in cui Andrea spiegava i fatti, la logica delle sue risposte, la loro consequenzialità. 
Nonostante la sua drammaticità, la vicenda accompagna il lettore in un percorso affascinante, ricco di fede e di speranza. E lo induce a riflettere. 

La morte è solo un passaggio, nient'altro che questo... un passaggio a un altro luogo. Ogni volta che pensate ad una persona che non c'è più in questo "spazio terrestre", dovete pensare che si trova in un altro luogo, quello di beatitudine, e di felicità infinita quello dell'amore incondizionato. 
La felicità è molto facile... è AMARE tutto e tutti...incondizionatamente...solo questo rende liberi e felici...

L'AMORE è l'elemento primario che deve esistere in questo mondo, anche la Concordia è qualcosa che manca a molte persone. L'unione è la base dell'amore...L'amore è l'unica vera fonte di felicità, bisogna comprendere di non dare importanza alle cose materiali, all'egoismo, all'odio, ai rancori, ma fare le cose con amore e comprensione. 

Ogni essere umano ha una sua missione personale, ogni cosa ha il suo tempo, noi siamo tutti nello stesso luogo, ma in sostanza siamo tutti una sola energia, siamo tutti UNO. Pensate un po' al film "Ghost"...quando il protagonista viene ucciso, non si rende conto di essere morto, ma poi vede il suo corpo a terra e la sua amata che lo sta piangendo e allora capisce... e quando gli Esseri di Luce vanno a prenderlo, lui decide di restare accanto alla sua compagna finché non avrà superato il dolore. 

In questo momento sulla Terra si stanno vivendo delle situazioni molto spiacevoli... alcuni le vivono per incoscienza, altri per la smania di possedere, altri per ignoranza, altri perché non vogliono preoccuparsi più di quello che già sanno. Se le persone diventassero consapevoli, se sapessero che vengono alla scuola della Terra per imparare, per "pulire" o educare lo spirito, per indagare, per sentire più Amore e rispetto per tutto quello che hanno, allora tutto cambierebbe... e di molto. 

Saggio è il dono del padre che dà ad ogni suo figlio ciò che gli serve nel momento giusto, e pone nel profondo del suo Essere un aiuto che gli parla e sa cosa dirgli. 
Nei livelli cosmici del pensiero tutto assume un'altra forma... la grandezza dell'universo espande le reazioni e le rende deboli all'imprecisione, all'assurdità, a ciò che si distingue solo per l'impressione che dà. 

Continuate carissimi (lettori illuminati), a rastrellare il vostro campo, lasciandovi solo la "pulizia" della buona fede dell'AMORE primordiale e divino che il Padre ci dona per renderci saggi negli istinti, nell'intento e nel cuore.  

.....E i vostri grandi cuori hanno tanto amore da offrire...Che l'amore sia la vostra lingua, la felicità il vostro stato, e la fede la vostra bandiera.   Anna A. 












lunedì 19 febbraio 2018

POESIE - NARRATIVA

IL CANTO DELLA CRISALIDE  di Gianni Manca 


Gianni Manca nasce a Nuoro nel cuore della Sardegna tra quei monti nascosti della Barbagia. Già dalla giovane età questa città forse gli va stretta, sceglie la via del mare, elemento che è sempre presente nelle sue liriche, navigare gli dà sensazioni sempre nuove, è sempre in giro per il mondo alla ricerca forse di se stesso. Scrive le sue emozioni, quello che percepisce nei momenti più significativi della sua vita. 

"Amo definire Gianni Manca un viaggiatore di anime. Per dirla alla keats il poeta è la più impoetica delle cose che esistono; perché non ha identità, è continuamente intento a riempire qualche altro corpo: il sole, la luna, il mare e gli uomini e le donne, che sono creature d'impulso, sono poetiche, e c'è in loro qualcosa d'immutabile. Ma il poeta no: egli non ha identità, è certamente la più impoetica tra tutte le creature". Giovanna Mulas  

Tra le forme artistiche del nostro presente la poesia negli ultimi anni è stata riscoperta. Cosa rappresenta per te questo maggiore desiderio di poesia nelle persone?

La poesia, come l'arte in genere, è espressione di un desiderio di conoscenza, di una vita più autentica, qualcosa che permette di scavarci dentro e riscoprirci, liberarci da quel guscio che ci è stato costruito addosso.
L'uomo è poesia e in lui va risvegliata questa esigenza. 
E' compito degli artisti farlo, compreso/a  te. Giovanna Mulas 

"Il Canto della Crisalide" (Edizioni Kimerik) è un libro ricco di poesie che l'autore invoca le proprie emozioni attraverso una profonda personale riflessione. 

Dovrei paragonarti a un giorno d'estate?
Tu sei ben più raggiante e mite:
venti furiosi scuotono le tenere gemme di maggio
e il corso dell'estate ha vita troppo breve:
talvolta troppo cocente splende l'occhio del cielo
e spesso il suo volto d'oro si rabbuia
e ogni bello talvolta da beltà si stacca,
spoglio dal caso o dal mutevol corso di natura.

Ecco alcune poesie dal libro...

HO RAGGIUNTO LE STELLE
Ho percorso il tempo a cavallo della notte, 
mentre le mie lacrime inaridivano,
quando ascoltavo nel buio la pietà lacerante
dell'amore che stringeva le mie mani. 

Il mio respiro a tutti i costi che grida di dolore, 
aggrappato a un oracolo che decreta la mia vita,
le stele hanno spento il mio cammino
nel labirinto di una notte senza fine.

Ho scalato le montagne più profonde
per raggiungere la vetta di una musica sublime,
per cingere di fiori il tuo viso
su quella strada che mi portava al cielo.

All'improvviso ho veduto i miei sogni a brandelli
sparsi in un iride accovacciata nel silenzio,
tutto si spegneva nel buio più nero,
con la mia testa esplosa nella disperazione.

Io ti guardo quando ti chini pietosa,
vorrei gridarti la mia pena in un attimo d'amore,
vorrei prender le tue mani in un ultimo saluto
con la mia vita adagiata finalmente su una stella. 

*******************************************************************

MAMMA
Negli occhi un abbraccio di smeraldo
quando soffermavi le tue mani 
sul mio viso,
nelle carezze di storie d'altri tempi.

I tuoi capelli bianchi dell'inverno
in un dolore perenne
del tuo star male nascosto nel sorriso,
nella tua vita piegata verso il cielo.

Sei andata via in punta di piedi
in un giorno qualunque di primavera,
quando i fiori bianchi si aprivano alla vita
nella tua voce flebile.

Avrei voluto sentirti dentro le parole
che non sapevo dire, 
immerso nel silenzio, e tu capivi
chiamandomi nel verde dei tuoi occhi.

Legata nel sole da un filo di seta
Mamma sei rimasta nell'aria
come un angelo tenero
a vegliare sul nostro cammino. 

*****************************************************************
IL TEMPO DI UNA CRISALIDE 
Era una piazza di vetrine insolite
interrotta dal ticchettio delle tue dita sulla pioggia,
era un selciato di fiori sui tuoi occhi,
era il mio cuore che rotolava in disordine.

Io mi ritengo ad inseguire le chimere di un amore,
con le lacrime frantumate che non fanno più rumore, 
a specchiarmi nelle vetrine dove io sono insolito,
dove il mio cuore rotola ancora in silenzio.

Nei miei voli pindarici ho abbracciato le aquile,
tenendoti per mano ti ho portata in viaggi immaginari,
avrei voluto ridere nei campi delle ginestre
con il sangue in tumulto sulla tua pelle rorida di rugiada.

Con il tempo intristito dipinto sugli occhi 
ho assistito alla metamorfosi delle crisalidi, 
mi sono adagiato sulle tue ali di seta,
ho creduto di volare verso il sole in un salto interminabile.

Restano le mie dita dipinte sulle nuvole 
in arabeschi che non so più comprendere,
resta il mio cuore a rotolare nonostante tutto,
dentro un sorriso stravolto.  

Anna A. 





lunedì 12 febbraio 2018

PERCORSI DI CONSAPEVOLEZZA - SPIRITUALITA'

COME DIVENTARE MIGLIORE - VOLUME 2 
Difendersi e rinforzarsi - Guida essenziale per il VIAGGIO DELLA VITA di Sandro Napolitano

Sandro Napolitano autore e scrittore. Impegnato per più di trent'anni nella continua ricerca delle sfumature dei colori, ha avuto la possibilità di incontrare tante persone, ognuna unica e speciale, e di poter così apprendere nella scuola più bella e più importante, quella della vita. 

Nel viaggio della vita non conta la velocità ma la direzione. Le regole rigide diventano abitudini che danno l'illusione di scegliere liberamente dove andare e, alla fine, è come essere su un treno che scorre all'infinito su rotaie circolari.

"Come diventare migliore" (Edizioni Rapsodia) è un manuale che aiuta ogni lettore a ritrovare la propria strada verso la libertà, quella della Verità. 
E' un percorso che può essere intrapreso da tutti in qualsiasi momento della propria vita. 

Questo secondo manuale ti indicherà il modo di tradurre in atti abitudinari i buoni propositi che vengono dallo spirito e che rimangono incompiuti in questa dimensione fisica. 

La mente è elastica, può espandersi all'infinito creando le condizioni migliori per fornirti emozioni e sensazioni sempre più varie e intense. Molte persone vivono nella condizione limitante e abitudinaria costantemente: la mente limitata dalle regole e dalle abitudini non è in grado di comprendere realtà più grandi di lei, o, per meglio dire, oltre la gabbia in cui è rinchiusa. 

Il terreno naturale dove affondano le radici forti è composto dai Quattro Principi dell'Esistenza (già menzionati nel primo capitolo): Rispetto, Comprensione, Empatia e Compassione. Solo su questi prìncipi si potrà costruire un sentiero meraviglioso e veritiero, ricco di un amore incondizionato ed illimitato. 
Per vivere in questo stato ideale, bisogna attuare una serie di cambiamenti in modo naturale e senza condizionamenti effimeri e deleteri per la crescita interiore e spirituale. 

Per questo motivo è necessario che ogni essere umano, deve iniziare a "programmarsi" non solo teoricamente ma con determinazione e consapevolezza che creano l'alchimia (di vibrazione) tra il proprio essere e l'eterno infinito. 

La mente a livello individuale è molto limitata, perciò tenta di giustificare la creazione con l'illusione del tempo lineare, cercando di preservare la propria coscienza da un'altra illusione come la morte. 

Osserva il mondo intorno a te... prova empatia per ogni altra forma di vita animale, vegetale e minerale...
Respira, nutriti, osserva e fai tutto questo con infinita calma, assecondando la tua Essenza e trasmettendo serenità a ogni energia presente nel tuo corpo. 

Fermati un istante.... Respira profondamente.... L'universo scorre tra un'inspirazione e un'espirazione, cerca di comprendere la tua vera essenza...e sii grata/o alla vita... 
Mostra una sincera e autentica gratitudine verso il Tutto, ringrazia con il cuore ogni cosa che ti ha amorevolmente aiutato a giungere fino a qui, perché ringraziare è anche un po' glorificare. 
Questa prima fase ti è necessaria per "diventare forte" ed essere in grado di affrontare le tue inevitabili debolezze...

Troppo buio non ci vedi. Troppa luce sei accecato. 
Forse a Dio tu non credi, ma Lui sempre ti ha cercato. Oggi vivi nell'ombra totale, ma come stella puoi farti trovare. Se voli oltre il bene e il male e accendi la luce del verbo AMARE.  Sandro Napolitano

Un cuore puro è umile e semplice ed è già colmo di saggezza, ma, per AGIRE nella dimensione fisica, ha bisogno di una mente libera, autentica e purificata, in questo modo la propria vita si illuminerà di quella costante LUCE di pace amore e serenità!  Anna A. 

















mercoledì 7 febbraio 2018

ROMANZO - SAGGIO

IL PARADISO CHE VORREI di Pier Giorgio Lelli 


Pier Giorgio Lelli già dirigente tecnico di numerosi enti locali, ha sviluppato una specifica esperienza nell'area della sicurezza urbana come dirigente del Servizio Tecnico del Settore Sicurezza Urbana nel Comune di Bologna dal 2000 al 2003. Nel 2002 è stato premiato dal Ministro della Funzione Pubblica Franco Frattini per il progetto innovativo "Lo Sportello Sicurezza Intelligente". Oltre a "Il Paradiso che vorrei" ha scritto "Le città sicure" sempre con Aracne Edizioni. 

"Il Paradiso che vorrei" (Aracne Edizioni) è un romanzo scorrevole e ben scritto che mostra l'amore di Dio verso tutti i suoi figli, senza limiti e senza riserve, un amore incondizionato che ogni essere umano dovrebbe imitare e condividerlo. 

"L'idea di scrivere questo saggio sul Paradiso nasce dal desiderio di prefigurare la vita futura di tutti gli uomini, credenti e non credenti, per arricchire questa nostra faticosa vita quotidiana con la speranza di un'eternità di luce e di gioia universale. La connotazione fantastica di tutte le descrizioni dell'Aldilà si radica sui pochi riferimenti biblici e trova una parziale, ma verosimile, conferme nelle numerose testimonianze di chi ha in qualche modo potuto comunicare con gli spiriti dei defunti.  (Pier Giorgio Lelli)

Il Paradiso non ha confini, ma si estende a tutto l'Universo e la vita eterna è un viaggio senza fine guidato da Dio attraverso l'Universo: in questo universo esistono infiniti pianeti, stelle, costellazioni e galassie e tra questi rientra anche il sistema solare di cui fa parte la terra. 
La gioia eterna è qualcosa di simile al piacere umano del viaggiare per conoscere posti nuovi, ma è un piacere infinitamente più grande, perché consiste in un viaggio eterno con Dio e verso Dio, che, sempre presente in noi e accanto a noi, ci guida e ci accompagna, attraverso l'infinito, verso l'infinito. 

La Legge di Dio rinfranca l'anima mia,
la testimonianza del Signore è verace.
Gioisce il cuore ai suoi giusti precetti 
che danno la luce agli occhi. 

Scompaia dal cuore ogni affanno,
l'amore vinca ogni tenebra.
Beato chi porta l'amore e la pace:
sarà chiamato figlio di Dio. 

Il mondo attende la luce del Tuo volto,
rischiara i cuori di chi ti cerca,
di chi è in cammino incontro a Te.

In Paradiso la creazione continua ininterrottamente e non cesserà mai: nell'Universo nascono continuamente nuovi mondi, mentre altri terminano la loro vita e noi impariamo a conoscere dimensioni sempre nuove dell'Amore Divino che si manifesta nel creato e questa è la caratteristica della vita Eterna: sempre più meravigliosa! Anna A. 





















lunedì 5 febbraio 2018

LETTERATURA - POESIA

SE PERDI IL FILO SEGUI IL CUORE di GIUSEPPE GAUDINO 


Giuseppe Gaudino autore scrittore, ha scritto quest'opera che rientra nella categoria "Poesie" ed è stato inserito nella Collana "Karme". Giuseppe Gaudino inizia a scrivere dopo la fine del suo grandissimo amore, un amore condiviso per quattordici anni con emozioni profonde e in perfetta sintonia. 

"Se perdi il filo segui il cuore" (Edizioni Kimerik) è un'opera composta da 120 pagine che rappresenta un momento fondamentale nel percorso editoriale dell'autore, un mix di emozioni che subentrano nella sua esistenza: dalla rabbia, alla sofferenza profonda, dalla solitudine fino alla rinascita e alla conquista della propria essenza ed energia vitale.


In alcune poesie le frasi sembrano palpitare diffondendo attorno atmosfere e significati che si propagano nell'animo di ogni lettore: una profonda introspezione in simbiosi con il dolore per coloro che hanno conosciuto "la perdita" o "abbandono" del proprio amore.

Le sue poesie d'amore sono difficili da "respirare", proprio perché vissute e sofferte in prima persona, ma grazie alla sua determinazione e alla sua energia vitale, ci insegna a comprendere come metabolizzare meglio tale sofferenza riconquistando gradualmente quella serenità che dolorosamente "era padrona" della propria realtà. 

Tutti abbiamo le risorse per attuare il cambiamento, bisogna sviluppare una connessione spirituale con la vita... ri-trovare le proprie risorse interiori... 
La vita offre tante opportunità, dobbiamo risvegliare la nostra anima, trovare ed usare il nostro "nucleo interiore". 
In ogni essere umano c'è un patrimonio di saggezza, pace, amore e gioia, e questi tesori sono a portata di mano per tutti. 

Ogni mattina, quando ti svegli, ringrazia Dio per il privilegio di essere qui e sperimentare ancora tanto bene... Ricorda...  la nostra connessione spirituale, non necessita di intermediari obbligatoriamente, tuttavia è importante sapere che tutti abbiamo un contatto profondo con la Sorgente diretta nella nostra vita. Quando siamo consapevolmente connessi con essa, la nostra esistenza prosegue in modo straordinario. 

L'intelligenza Divina ci guida costantemente nel raggiungimento dei nostri obiettivi...basta solo crederci e amare incondizionatamente così tutto procederà e si esaudirà secondo la nostra volontà. 
L'Universo ascolta e protegge tutti...e ci affida alla saggezza Divina, quindi...

Impara ad affidarti alla Saggezza Divina e ti sentirai al sicuro per tutta la vita!  Anna A.