mercoledì 26 giugno 2019

SPIRITUALITA' - EQUILIBRIO INTERIORE

I 7 SPECCHI DI DIO di Nicoletta Ferroni Guizzardi
La via essena alla conoscenza di SE'


Nicoletta Ferroni lavora come operatrice di luce, Rebirther, Master Reiki Usui e Karuna®, Master&Certificate of Science in ThetaHealing®, di evoluzione personale Insegnante autorizzata dal Centro Louise Hay di San Diego. Autrice del libro IL PRIMO RESPIRO (Come può cambiare la nostra vita se scopriamo in che modo siamo nati), e di 10 Tecniche per ottenere FORZA, CALMA, LUCIDITA' attraverso il respiro, MORTI STRAORDINARIE, GLI ANGELI ESISTONO, ATTILA. LA LUCE ED IO, I 7 SPECCHI DI DIO, tutti con Edizioni Sì.
Sposata con Alfonso Guizzardi, con cui ha scritto DIGIUNO CONSAPEVOLE e fondato nel 2019 la scuola R.A.BB.I.T.S. (Rebirthing and BreathBalance International Training School) www.breathbalance.it; www.giardinomeraviglie.it
Lavora a Roma, Terni, Trieste. 


"I 7 Specchi di Dio" è un libro impostato su una visione degli specchi esseni, una visione moltiplicata in base a quante proiezioni ognuno di noi porta in gioco nella propria vita. I 7 specchi sono parte dell’Antica Conoscenza della comunità di monaci ed eremiti vissuti in terra di Palestina a partire dal secondo secolo a.C., gli Esseni (o Nazareni) cui pare abbia appartenuto lo stesso Gesù.
Gli Esseni avevano una profonda conoscenza esoterica e nei 7 specchi esseni si racchiude il significato profondo delle relazioni umane.
Comprendere i 7 specchi esseni, infatti, ci permette di capire meglio le relazioni con le persone della nostra vita e con noi stessi. 
L'amore è la base della vita e Dio è amore, al di là di qualsiasi visione panteista o religiosa, è quell'essenza vivente e rigenerante presente in tutte le particelle subatomiche di qualsiasi atomo dell'Universo. 
L'unica vera formazione della propria vita deve iniziare sempre e comunque con un primo passo, gli Esseni proponevano una formazione di alcuni anni per entrare nella loro Scuola, per cui adesso siamo tutti pronti per essere ammessi nell'unica grande scuola:  la scuola dell'amore universale. 

Gli specchi Esseni sono la guida che ti elevano ad uno stato Superiore e ti rendono un "Essere" migliore:  

Primo specchio: Tu sei me, Io sono te! Ciò significa che non c'è separazione tra noi e gli altri. L'amore e l'armonia verso se stessi, alimenta il benessere e l'amore verso gli altri. 
Ricorda sempre di fare del tuo meglio! 

Secondo specchio: Non ti sopporto ma ti vedo! Ciò dimostra i preguidizi che abbiamo nei confronti degli altri. Quando non hai aspettative verso nessuno e non ti fai coinvolgere da nessun giudizio, diventerai un essere superiore e avrai un potere illimitato: la libertà della tua anima. 
Ricorda: le aspettative tolgono potere all’anima! 

Terzo specchio: Credevo di aver bisogno di adorarti! Questo specchio riguarda la relazione con una persona che abbiamo vicino. Questo specchio parte dal presupposto che ognuno di noi è una fonte meravigliosa, e che la meraviglia è parte innata di ogni essere umano.  
Ricorda: Tu sei una ricchezza d'amore e sei un essere meraviglioso!


Quarto specchio: Non voglio aver bisogno di TE! Questo quarto specchio ci mostra che viviamo in base a quello che crediamo interiormente e quali sono le nostre convinzioni interiori verso gli altri. Ricorda: la dipendenza porta lontano dalla propria integrità. 

Quinto specchio: Nel nome del Padre, della Madre e di Tutto ciò che è Sacro Santo. Questo specchio ci mostra come nei nostri genitori o nelle persone con cui siamo cresciuti, noi vediamo il nostro rapporto con la nostra parte divina. 
Ricorda: Siamo tutti uno e valiamo tutti allo stesso modo, coltiviamo l'amore e il rispetto per tutti. 

Sesto specchio: Comunque vada ce la farò! Questo specchio ci permette di vedere la nostra grandezza poiché ci permette di comprendere e  superare le sfide quotidiane della vita. 
Ricorda: l'equilibrio e l'armonia della propria vita nasce dalla consapevolezza della propria anima. 


Settimo specchio: Tutto è perfetto così come E’. Il mistero del settimo specchio esseno è la comprensione suprema del Tutto, è l’esperienza che deve fare la tua  anima, senza aggiungere alcun giudizio. 
Ricorda sempre che non si devono fare confronti né competizioni verso gli altri. L'unica competizione, deve essere la comprensione di migliorare sé stessi giorno dopo giorno. 

Inoltre ci sono anche i Sette Raggi che sono 7 tipi di energie che permeano l'universo determinando il processo evolutivo del creato e sono considerati anche i Sette Raggi Cosmici, ovvero emanazioni dirette dell'Uomo, oppure Sette Raggi Sistemici, cioè  Sette Raggi agenti nel nostro Sistema Solare.


I Sette Raggi (sistemici) sono: 
1.Primo Raggio. Volontà o Potere (da intendersi come Volontà di Bene e Potere di Essere e di Agire)
2) Secondo Raggio. Amore e Saggezza (che è Amore in azione) 
3) Terzo Raggio. Attività Intelligente o Intelligenza Attiva 
4) Quarto Raggio. Armonia tramite Conflitto, che porta all’emersione dell’Arte e della Bellezza
5) Quinto Raggio. Conoscenza Concreta o Scienza.
6) Sesto Raggio. Devozione e Idealismo
7) Settimo Raggio. Ordine, Organizzazione, Cicli, Leggi Divine e Magia cerimoniale


Nella loro Essenza più pura questi Sette Raggi sono sette declinazioni dell’Amore Assoluto, questi infatti influenzano ogni elemento della nostra vita ed  hanno ripercussioni su ogni cosa che ci circonda.
I Raggi Cosmici  sono 7 livelli che l’uomo ha da completare o raggiungere quando sceglie di evolversi in questo sistema solare, ognuno di questi livelli viene chiamato Raggio di Vita. Una volta completato uno di questi sette livelli evolutivi, ci si evolve superando l’esperienza fisica tridimensionale.  
I Raggi Cosmici si differenziano per vibrazione secondo un colore:  
Raggio azzurro/blu: Potere e Volontà di Dio; Raggio giallo/oro: Saggezza e illuminazione;  Raggio rosa: Amore incondizionato; Raggio bianco: Ascensione e Purificazione; Raggio verde smeraldo: Guarigione e Unione; Raggio oro/porpora: Resurrezione e Sé divino; Raggio violetto: Trasmutazione e Libertà. 

Gli altri sono nostri specchi...e come insegna 
Gregg Braden: "Siamo invitati a conoscere noi stessi in presenza di altri, attraverso i nostri rapporti umani e quando quei rapporti sono sanati, noi diventiamo il beneficio di quella guarigione e lo portiamo in noi nel sogno ad occhi aperti della vita, camminando tra i due mondi del cielo e della terra". Anna A.


Tutto è meraviglioso nella sua coerenza. "La Bellezza è la Luce nel Cuore." K.Gibran 




martedì 18 giugno 2019

SPIRITUALITA' - SCIAMANESIMO


LA SAGGEZZA DEGLI SCIAMANI  di DON JOSE' RUIZ
Potenti insegnamenti di trasformazione sull'amore e la vita.  

Don José Ruiz è cresciuto in un mondo in cui tutto era possibile. Dal momento in cui imparò a parlare diventò apprendista del padre don Miguel Ruiz  (autore del bestseller I Quattro Accordi) e della nonna curandera Madre Sarita. Giovanissimo, si è recato in India per studiare con alcuni amici del padre, divenendo a ventitré anni il successore del lignaggio (linea discendenza) familiare. Nella tradizione dei suoi antenati, don José dedica la vita alla condivisione degli insegnamenti degli antichi Toltechi. Tiene regolarmente conferenze e conduce corsi negli Stati Uniti e nei luoghi sacri di tutto il mondo.
Nella tradizione dei suoi antenati, don Jose dedica la vita alla condivisione degli insegnamenti degli antichi Toltechi. Negli ultimi 7 anni ha tenuto conferenze e guidato corsi negli Stati Uniti e nei luoghi sacri di tutto il mondo.

Tratto da: https://www.macrolibrarsi.it/autori/_don-jose-ruiz.php
Don Jose Ruiz è cresciuto in un mondo in cui tutto era possibile. Dal momento in cui imparò a parlare divenne un apprendista di suo padre nagual (sciamano) don miguel Ruiz e di sua nonna curandera (guaritrice) Madre Sarita. Giovanissimo si recò in India per studiare con degli amici di suo padre, e a ventitré anni divenne il successore del lignaggio familiare. Nella tradizione dei suoi antenati, don Jose dedica la vita alla condivisione degli insegnamenti degli antichi Toltechi. Negli ultimi 7 anni ha tenuto conferenze e guidato corsi negli Stati Uniti e nei luoghi sacri di tutto il mondo.

Tratto da: https://www.macrolibrarsi.it/autori/_don-jose-ruiz.php
Il suo messaggio di speranza, pace e felicità, rivolto in particolare ai giovani, per i quali allestisce laboratori di musica ed espressione, si sta rapidamente diffondendo e ha già cambiato la vita a migliaia di persone.

"La saggezza degli sciamani" (Edizioni Il Punto D'Incontro)  non è qualcosa di primitivo o di riservato a pochi eletti, ma è una complessa e potente serie di insegnamenti a disposizione di tutti. 
La via dello sciamano non è un retaggio del passato o del folklore locale, ma è  un insegnamento assolutamente attuale che ci offre strumenti da applicare alla vita di tutti i giorni e serve per spezzare il "circolo vizioso" della sofferenza, focalizzando l'attenzione sul proprio  sogno che vogliamo realizzare.
E' la saggezza del risveglio, della scoperta della propria libertà, del vivere in pace e in armonia, dell'essere al servizio degli altri e del pianeta. Molto semplicemente, è la saggezza dell'amore e della vita.
Quando trovate la vostra verità e la vostra saggezza all'interno di voi stessi, trovate anche la vostra libertà personale: la conoscenza silenziosa. Questa conoscenza è un sapere che va oltre alla mente pensante, è la saggezza profonda, la saggezza dell'Universo. 
Il silenzio è la lingua di Dio, tutto il resto è una misera traduzione...  diceva Rumi. 
La conoscenza silenziosa è il cuore della saggezza ed è uno degli strumenti più potenti che possiamo praticare poiché quando si è allineati con essa, c'è una connessione diretta nel regno universale dell'amore che va al di sopra del sapere intellettuale e al di là della mente pensante. 

Sviluppando la consapevolezza interiore si diventa distaccati dal giudizio o negatività altrui. Ciò che gli altri pensano e dicono è solo un problema e un pensiero che riguarda loro, non deve condizionare né  limitare le azioni e il proprio modo di pensare né tanto meno quello di vivere.

Se siamo consapevoli delle nostre costruzioni mentali, siamo in grado di non farci ingannare da credenze, idee e storie che non sono vere prima che provochino in noi una reazione. In questo modo distacchiamo la mente che cerca di nutrire la sua dipendenza dalla sofferenza e ci liberiamo dalle trappole  o meglio  le "annulliamo" quando  si manifestano.
La padronanza della consapevolezza è uno stato superiore in cui prendiamo le redini della nostra mente invece di permetterle di governarci. In questo modo la consapevolezza ci aiuta a non essere condizionati e "trascinati" dalla negatività altrui.  Anna A.

"La saggezza è per l'anima ciò che la salute è per il corpo".   F. De La Rochefoucauld

"A chi manca la saggezza, la virtù e la giustizia, manca anche la possibilità di una vita felice". Epicuro 




 

















venerdì 14 giugno 2019

SVILUPPO PERSONALE - COMUNICAZIONE

DI COSA PARLIAMO? Matteo Rizzato 
I Livelli Dinamici di Comunicazione


 Matteo Rizzato è ricercatore (PhD)e docente, formatore da oltre 10 anni per aziende di livello internazionale sui temi dell'intelligenza emotiva, le neuroscienze e della comunicazione empatica. E' autore insieme a Davide Donelli di "Io sono il tuo Specchio" e di pubblicazioni scientifiche che si concentrano sull'empatia, le neuroscienze e la psicologia comportamentale. Svolge da anni docenze in diverse Università italiane: Udine, Milano, Roma, Parma e Venezia. 

"Di Cosa Parliamo?" (Edizioni Amrita) è un testo che insegna l'arte della comunicazione empatica, come si può comunicare in modo efficace, chiaro e coerente con il proprio stato d'animo. 
La comunicazione umana, è caratterizzata da un sistema complesso codificato, il linguaggio verbale, che racchiude in sé elementi dai tratti affascinanti. 


In questo libro sono descritti i quattro piani che rappresentano i quattro livelli dinamici di comunicazione che transitano tra gli interlocutori attraverso le informazioni. Questo incessante viaggio di informazioni è dinamico perché mutevole, infatti parte dal primo livello, quello delle cose, per poi salire al livello dinamico delle persone e delle loro caratteristiche. Il  terzo livello dinamico riguarda il grande mare delle emozioni ed infine vi è il quarto livello dinamico, a cui appartiene la comunicazione che riesce addirittura a stimolare il miglioramento personale, a operare delle vere e proprie trasformazioni in noi e negli altri. 

Ogni persona, in ogni dato momento, sta comunicando ad un livello dinamico preciso, e lo fa quasi sempre senza rendersene conto. Se comprendiamo il nostro modo di comunicare possiamo orientare anche la direzione della nostra vita poiché tendiamo ad essere quello che comunichiamo. 
Il livello comunicativo nel quale ci collochiamo è direttamente legato anche al nostro processo di sviluppo intellettuale, di autoconsapevolezza e di autoconoscenza. Padroneggiando i livelli dinamici di comunicazione esposti in questo libro aumenterete la vostra capacità di osservazione degli altri e anche il vostro grado di tolleranza nell'ascoltare argomentazioni che vi interessano meno, e potreste anche far sentire meglio gli altri e voi stessi, individuando con maggiore precisione tra i mille imput quelli davvero utili al contesto di riferimento. 
Parlare delle persone non è  una cosa semplice e va fatta con cura, altrimenti non ne risulterà una comunicazione "pulita". Quando parliamo al secondo livello dinamico dobbiamo fare attenzione e non banalizzare mai: il rispetto per gli altri deve essere la nostra stella polare ogniqualvolta iniziamo a parlare di persone. La comunicazione di secondo livello dinamico punta ad acquisire informazioni di qualità sui caratteri delle persone, selezionando opinioni sempre più qualificate sul comportamento altrui e proprio. 
Il terzo livello dinamico di comunicazione: le emozioni  sono formate dall' empatia e la comprensione. Le persone fanno sempre fatica a parlare delle loro emozioni. La comunicazione di questo livello è infatti orientata verso la nostra emotività e la sua comprensione, la capacità di gestirla  (Intelligenza Emotiva)  anche nelle situazioni più difficili. 
Una dote dell' intelligenza emotiva consiste nel saper "agganciare" il livello di comunicazione dell'altro migliorando così in gran misura la qualità della nostra vita. 
Il quarto livello dinamico di comunicazione: la trasformazione evolutiva. Finché le persone identificano la felicità con il possesso di denaro, sono destinate a non raggiungerla mai. La comunicazione di quarto livello dinamico trasforma le persone, le rende migliori rispetto a prima, accende dei fari dove non c'erano, essa infatti può cambiare per sempre il nostro modo di pensare, di agire, di rapportarci agli altri. Addirittura può cambiare il nostro carattere. 
La saggezza popolare è quasi totalmente una comunicazione di quarto livello dinamico, poiché la comunicazione è già in evoluzione e trasformazione. 

Parlare infatti non significa comunicare. C'è una bella differenza tra parlare e comunicare soprattutto in questa società moderna, tecnologicamente avanzata, l'evoluzione tecnologica anche se ha contribuito ad aumentare le informazioni e le connessioni virtuali,  paradossalmente ha penalizzato i rapporti umani.
Perché come dice Paulo Coelho, possiamo avere tutti i mezzi di comunicazione del mondo, ma niente, assolutamente niente, sostituisce lo sguardo dell’essere umano. 
Comunicare efficacemente significa soprattutto sintonizzarsi emotivamente con gli altri, guardarsi negli occhi e saper ascoltare gli stati d'animo e le opinioni anche se divergenti.  Anna A. 

"La comunicazione avviene quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento di anima".
Henri Bergson


Una comunicazione efficace è fatta dal 20% di ciò che sai e dal 80% di ciò che provi rispetto a ciò che sai  Jim Rohn









venerdì 7 giugno 2019

CURE NATURALI - TERAPIE PRATICHE - MEDICINA ALTERNATIVA

CAMMINARE A PIEDI NUDI di Philippe Lahille
Piacere, Benessere e Salute con il BAREFOOTING 



Philippe Lahille, prima libraio e poi editore, nel 2004 trasforma la propria vita con una svolta epocale quando conosce Serge Mongeau, notissima figura del Movimento per la Semplicità Volontaria. Cresciuto in campagna, Lahille ha abbracciato in maniera naturale la Decrescita, convinto che questo approccio, con le sue implicazioni di responsabilità e lungimiranza, sia la soluzione più felice ai problemi e alle sfide di oggi. Ha scritto anche il libro: "Vivi Semplice, Vivi Meglio"


"Camminare a piedi nudi" Edizioni Il Punto D'Incontro ti spiega perché è importante camminare a piedi nudi attraverso la pratica del barefooting.
Una pratica sempre più diffusa poiché fa ritrovare una perfetta armonia con la mente, il corpo e lo spirito. Infatti, esiste un gran numero di ottime ragioni per camminare scalzi. Benefici per la salute, per la psiche, occasioni privilegiate per riconnettersi con la terra: ciascuno potrà ritrovare la motivazione che gli corrisponde. 

"Ho scoperto il barefooting su consiglio di un osteopata, a seguito di ricorrenti problemi articolari. I benefici terapeutici sono stati rapidi e conclusivi. Questo libro è un invito a fare il salto, a riscoprire un piacere insieme semplice e naturale, e a stare meglio". Philippe Lahille  

L'idea di questa guida non è esortarti a correre una maratona a piedi nudi, né scalare le montagne o camminare sulle braci... ma semplicemente riscoprire i benefici e i piaceri di questa pratica. 
Il primo dei benefici sarà ritrovare sensazioni dimenticate che il nostro organismo riconoscerà come naturali, quindi sane. E' importante che le nostre attività si svolgano in piena consapevolezza, ma comunque senza esagerare...


I benefici della camminata su suolo piatti sono: 
- stimola il fegato, l'intestino crasso e tenue, facilita la digestione; allevia le tensioni muscolari delle spalle, delle scapole, del collo e di tutta la parte alta del corpo; migliora il funzionamento della tiroide; agevola la funzione respisratoria; agisce a livello della testa (grazie alle zone riflesse delle dita del piede): orecchie, occhi, cavità nasali ecc.; tonifica le gambe e la parte bassa della schiena. 

I benefici supplementari della camminata su suolo irregolare: agisce sul sistema cardiovascolare; rende più elastica la colonna vertebrale; facilita il transito intestinale; stimola il pancreas; rafforza il sistema immunitario (milza); elimina le tossine (reni); inoltre previene anche l'alluce valgo (o cipolla del piede). E' facile compredere inoltre come una regolare camminata senza scarpe possa premunire contro questo handicap e tutte le forme analoghe di patologie, come calli, borsiti ecc.

Ma i benefici non si limitano al corpo....
Corpo  e mente sono indissociabili: ciò che fa bene all'uno è vantaggioso anche per l'altro. Fare esperienza di camminare scalzi significa ricollegarsi con il "bambino interiore" che dorme in noi. Significa far rivivere ricordi sepolti, sensazioni dimenticate ed emozioni infantili. E' una sorta di folgorazione evocativa che i ricettori sensoriali delle piante dei nostri piedi risveglieranno. Ciascuno di noi è diverso, ogni organismo ha le proprie reazioni e specifici tempi di risposta. Prima di tutto  e soprattutto, divertitevi, il resto verrà da sé. 

"Sono intimamente convinto che ogni percorso in grado di avvicinarci alla natura non possa essere che salutare. Noi non siamo ai margini della natura, siamo parte di questo grande tutto. Non viviamo né al di sopra, né al di sotto e nemmeno a fianco di essa. Siamo uno dei suoi elementi costitutivi e ogni molecola del nostro corpo interagisce con essa. Riconnettersi con la natura attraverso i piedi, la testa, la respirazione e tutti i sensi significa ritrovare equilibrio e serenità. Ciò permette al nostro organismo di riprogrammarsi per ritrovare l'armonia. Quindi, percorriamo di buon passo la nostra Madre Terra e camminiamo "a piedi nudi sulla sacra terra", per parafrasare la famosa opera di T. C. McLuhan".  Philippe Lahille

Allenare il corpo, liberare la mente e risollevare lo spirito sono solo alcuni dei tanti benefici del camminare se poi lo associamo ad una vera e propria  filosofia di vita (più che a una disciplina)... è il caso di dire che il benessere arriva in punta di piedi preferibilmente "scalzi"!   Anna A.

Gli esseri umani sono veramente sorprendenti, perdono la salute per fare soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano  tanto  ansiosamente  al  futuro  che  dimenticano di vivere il  presente in tal modo non riescono a vivere né  il presente né il futuro.  Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero  mai  vissuto.  Dalai Lama
 







lunedì 3 giugno 2019

MEDICINE ALTERNATIVE - EQUILIBRIO INTERIORE

LOGOSINTESI  di WILLEM LAMMERS - Nuova Edizione

Guarisci le emozioni, i ricordi e le credenze con il self-coaching
  
Willem Lammers è psicologo, psicoterapeuta e consulente di persone e organizzazioni. Fondatore e direttore dell'Istituto di Scienze Sociali Applicate in Svizzera è anche formatore di Analisi Transazionale. Da più di 30 anni ricerca le connessioni e i limiti tra corpo, mente e spirito, e ha una pluridecennale esperienza nel campo della Psicologia Energetica. Ha uno studio privato e insegna Logosintesi in varie nazioni. Ha pubblicato numerosi articoli e quattro libri. 

"Logosintesi" (Edizioni MyLife)  è un sistema innovativo di self coaching che guida al cambiamento. E' utile per accrescere la consapevolezza del proprio essere lungo il cammino dello sviluppo personale poiché aiuta a rilasciare le emozioni negative, i ricordi che ti fanno soffrire e le convinzioni limitanti.  La Logosintesi, rimuove i blocchi dal corpo e dalla mente che non sono altro che strutture energetiche congelate all'interno del tuo spazio personale.
Questo libro è un'introduzione all'autoapplicazione della Logosintesi e si basa su quattro principi fondamentali che permette (anche al lettore che si avvicina per la prima volta) di comprenderne pienamente il funzionamento traendone il massimo beneficio.

Il primo principio della Logosintesi: La nostra vera essenza non soffre, il dolore nasce quando non si ha la consapevolezza della nostra essenza.
Questo principio suppone che ci sia un'essenza nell'uomo, una forma d'essere che trascende la vita terrena. L'essenza va al di là dell'unità scientifica di corpo e anima... 
Il secondo principio della Logosintesi: La consapevolezza della nostra vera essenza diminuisce a causa dell'introiezione e della dissociazione. La scissione e l'introiezione sono processi dissociativi. Questo meccanismo è noto da oltre un secolo grazie agli studi di Pierre Janet, Carl Gustav Jung. 
Il terzo principio della Logosintesi: Le parti dissociate e le introiezioni sono strutture energetiche solidificate nello spazio. La Logosintesi elimina questi costrutti solidificati nello spazio. In questo modo lo spazio personale diventa un vero e proprio "spazio d'azione". 
Il quarto principio della Logosintesi: Le parole e le frasi hanno un effetto attivo e creativo, oltre ad avere un significato semantico ed emotivo.

La Logosintesi aiuta a ricostruire il libero flusso della propria energia vitale poichè riesce a guarire l'energia congelata nei blocchi personali liberando il potenziale del vero Sé, della propria Essenza. 
Tra la nostra essenza e il nostro Sé esiste un legame eterno, un flusso di energia, di informazioni o di coscienza, la cui fonte inesauribile è l'essenza stessa. Secondo Eric Berne, il fondatore dell'analisi transazionale, l'energia vitale può presentarsi come energia libera, vincolata o potenziale. Così la Logosintesi intende i concetti di Berne: 
- l'energia libera porta alla realizzazione del compito esistenziale. Ti mette in contatto con il mondo e ti consente di sapere per cosa vivi. In questa condizione attingi a "piene mani" dall'esperienza totalizzante dell'amore e della profonda gratitudine. Il tuo Sé e l'essenza stessa vissuta guidano il corpo e la mente; 
- l'energia vincolante è l'esatto opposto di quella libera e serve a stabilizzarti. Fonda la tua identità e il tuo modello sulla percezione del mondo, sul pensiero e sulle azioni che compi. L'energia vincolante può ostacolare o rallentare l'adempimento della tua missione in questa vita, specialmente se è legata a ricordi dolorosi, a fantasie inquitanti, a convinzioni limitanti o a modelli solidificati sia corporei, sia emotivi; 
- l'energia potenziale non scorre ancora, ma può trasformarsi in energia libera. Puoi percepirla se ti sei liberato dai vecchi fardelli ma non hai ancora messo a fuoco una nuova mèta. 

La Logosintesi aiuta a trovare una nuova soluzione all'eterno "dilemma" tra le due dimensioni, ogni singolo giorno. Allevia la sofferenza e sollecita la crescita. Il modello, i princìpi di cambiamento e il metodo pratico sono un tutt'uno. L'extrema ratio della Logosintesi è condurre un'esistenza basata sulla propria essenza: il potere delle parole lo rende possibile. Con il tempo, la Logosintesi può assumere la funzione di igiene mentale: si recupera l'energia personale orientata in modo scorretto o vincolata e si allontanano i residui energetici degli stimoli giornalieri. Non dimentichiamo e sottovalutiamo che il potere della parola è un principio universale della creazione...  Anna A. 

"Quando sei ispirato da un grande proposito, da qualche progetto straordinario, tutti i tuoi pensieri oltrepassano i loro confini. Le forze, le facoltà e i talenti addormentati si ridestano, ed ecco che diventi una persona molto più grande di quel che avevi osato sognare". Patanjali