sabato 30 dicembre 2017

PERCORSI DI CONSAPEVOLEZZA

LA VIA PER IL BENESSERE - RIVOLUZIONE DI LUCE di Sandro Napolitano 

Sandro Napolitano è un libero professionista e lavora in Lombardia nel settore delle tinteggiature decorativo. La passione per la scrittura creativa si manifesta sin da piccolo, sotto forma di poesie e piccoli racconti, ma è dal 2011 che inizia a scrivere in maniera continuativa, gettando le basi per un'opera che l'autore immagina dipanata in più libri.  www.laviaperilbenessere.it 

LA VIA PER IL BENESSERE -  "RIVOLUZIONE DI LUCE (Rapsodia Edizioni) rappresenta un semplice manuale o diario, che ci predispone verso una scelta consapevole di migliorare la propria esistenza. Un'esistenza spesso prigioniera del proprio ego che domina la vita materiale senza riconoscere la vera vita quella che risveglia in modo rivoluzionario la propria anima, quella che trasforma e illumina e riscalda i cuori e dona pace gioia e tanto amore. 
L'autore, infatti con questo libro vuole attirare l'attenzione e proiettare ogni lettore a illuminare i propri cuori e a raggiungere mete più elevate,che sono i valori universali (amore, empatia, affetto, ecc.)  e non quelli materiali. 

Lo scopo dell'autore è far riflettere su argomenti esistenziali che necessariamente coinvolgono l'intero arco della propria vita, per risvegliare l'attenzione di chi è distratto, perdendosi dentro la quotidianità di interessi più urgenti o eclatanti, ma tuttavia meno importanti, e che in realtà "tolgono tempo al nostro tempo". 

Il libro è dedicato a quei lettori che vogliono "guardare" la vita da tutti i punti di vista, liberandosi dal condizionamento della società in senso materiale, società che vorrebbe "relegare la scomoda bontà della nostra essenza in una nicchia di sogni", quei lettori che vogliono "METTERE IN ATTO UNA RIVOLUZIONE", rivoluzionare la propria vita, acquisire quella luce VERA che riscalda il proprio cuore e irradia quel calore anche agli altri,  quel calore che viene espresso solo con il vero AMORE. 

Mettere in atto una "RIVOLUZIONE DI LUCE", significa donare amore e trasmettere tanto calore, accendere quelle scintille divine che irradiano i cuori di tante persone. Bisogna avere una grande fede, bisogna trovare "la via " che conduce al vero scopo della propria esistenza, mettere da parte il proprio EGO per poter vedere l'attimo di luce della verità nell'essenza degli altri esseri umani. 

Bisogna vivere soffocando il proprio "ego" poiché le emozioni che ti dona l'ego sono fini a se stesse, non sono condivise e sono circondate da negatività quali invidia, crudeltà, paura, rabbia, ingiustizia: l'ignoranza del male, che ti lascia per sempre un senso di profondo vuoto nell'anima. Ci sono cose che vanno oltre le capacità dell'ego, come il perdono, l'amore incondizionato, la condivisione senza egoismo, tutte queste azioni sono racchiuse nello scrigno della tua mente, e solo tu hai il potere di liberarle. 
Solo TU hai la chiave per aprire lo "scrigno"della tua mente, solo tu potrai liberare quella luce nascosta dentro di te. 
Solo TU potrai liberarti dall'egoismo e dalla brama di potere e rafforzare la spontaneità dei tuoi sentimenti capaci di unirli come una nota in perfetta armonia con la melodia del tuo cuore, così da creare quel meraviglioso ed immenso concerto che trasformerà la tua strada di luce in amore. Qui inizierà la tua RIVOLUZIONE!

La nostra mente è come un computer che codifica le informazioni: le riceve e le elabora seguendo le impostazioni ricevute. I risultati così ottenuti vengono poi interpretati in modo soggettivo e diventano sentimenti di gioia, paura, amore, rabbia, insicurezza, crudeltà, dipende dagli eventi che stai vivendo. Ma tu non sei una "macchina" inventata da menti limitate... 

TU SEI un essere senziente e puoi seguire la strada della fisica quantistica: le parti più piccole e invisibili dell'universo hanno bisogno di stare bene per creare qualsiasi cosa. Perciò tu sei chiamato a cercare armonia ed equilibrio dentro e fuori te stesso. In questo senso l'amore crea e l'amore vince. In questo senso il Creato, attraverso ciò che chiami DIO, è e vive in te. Anna A.

lunedì 18 dicembre 2017

PSICOLOGIA

RESILIENZA  di Sergio Astori 

Sergio Astori dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e il servizio civile in una comunità psichiatrica della Caritas Ambrosiana, ha completato la formazione a Pavia conseguendo la specializzazione in Psichiatria e psicoterapia e il dottorato in Salute pubblica, scienze sanitarie e formative. Svolge la sua attività come libero professionista a Milano, dove è anche docente presso la facoltà di Psicologia dell'Università Cattolica, consulente scientifico dell'Istituto Neurologico Carlo Besta, perito del Tribunale ordinario e per i minorenni. 
Ha pubblicato due manuali di psichiatrica, un saggio di psicofarmacologia e un volume dedicato alla sfida della diagnosi genetica predittiva. 

"Resilienza" (Edizione San Paolo) non va intesa tanto come qualcosa di immutabile, quanto come un processo di cambiamento: non si tratta di "resistere" a un evento negativo senza cadere, quanto piuttosto di cadere e poi rialzarsi, "rigenerandosi". Il concetto di "rigenerazione"è quello di "rinnovarsi" trovando nuovi obiettivi e nuovi significati di vita. Recuperare un sentimento di efficacia personale vale a dire sentire di saper dare una direzione a se stessi e di possedere le abilità necessarie per guidare gli altri (è un obiettivo del processo di resilienza). Anna Oliverio Ferraris propone: "L'azione della resilienza può essere paragonata al sistema immunitario con cui il nostro organismo risponde alle aggressioni dei batteri. Di fronte agli stress e ai colpi della vita, la resilienza dà infatti luogo a risposte flessibili che si adattano alle diverse circostanze ed esigenze del momento. 



Nel linguaggio psicologico e psichiatrico, per "resilienza" si intende l'abilità a superare in modo efficace situazioni avverse che rischiano di far rassegnare definitivamente all'idea che la crisi non possa essere superata. Gli esseri umani non sono destinati a un solo modo di esistere, e di fronte alle prove, anche quelle più gravi, sono in grado di trovare una diversa soluzione. 
Dostoevskij afferma: "Un essere che s'adatta a tutto: ecco, forse, la miglior definizione che si possa dare all'uomo". 

Nel testo "Resilienza, la scienza di adattarsi ai cambiamenti di Andrew Zolli e Ann Marie Healy  affermano che la resilienza non si trova soltanto nei sistemi che ammiriamo, ma talvolta anche in quelli che detestiamo. 
Chi è resiliente è paziente perché rinuncia alla pretesa del tutto e subito. Chi è resiliente è fedele perché ricerca e coltiva il legame. Chi è resiliente è perseverante, perché resiste al dubbio, alla noia, alla fatica. Chi è resiliente è colui che non si arresta vivendo un problema come insuperabile, ma virtuosamente si rimette in cerca di qualcosa di buono, sperando realisticamente. 

Se vogliamo davvero fare qualcosa di importante nella vita, è il progetto che deve appassionarci e non il suo compimento.  Anna A.