lunedì 28 gennaio 2019

GUIDE PER GENITORI ED EDUCATORI - COMUNICAZIONE

PARLARSI CON RISPETTO di Evelyn e Sven Schollmann 
Dal linguaggio del lupo a quello della giraffa
10 Moduli per educare alla comunicazione non violenta nella scuola primaria

Illustrazioni di Melanie Kirchgessner

Evelyn Schollmann insegnante di scuola primaria ed esperta in terapia del respiro e terapia del racconto. Pratica il metodo della comunicazione non violenta, per il quale è anche formatrice nel centro Sonnenhaus Oberstrahlbach, che gestisce con il marito Sven.

Sven Schollmann insegnante di musica e mediatore in conflitti familiari e sociali (con il metodo della comunicazione non violenta). Formatore nel centro Sonnenhaus Oberstrahlbach. 

"Parlarsi con Rispetto" Edizioni Erickson è un utile strumento per facilitare la lettura di emozioni e bisogni e per comunicare in maniera efficace e senza conflitti. La comunicazione non violenta (CNV) è stata diffusa negli anni '60 da Marshall Rosenberg e promuove il cosiddetto "Linguaggio della giraffa", assertivo ed  empatico, in contrapposizione con il "Linguaggio del lupo" che mira alla dominanza e al giudizio. 

Ogni persona ha bisogno di sincerità, sicurezza e rispetto e vuole vivere un'esistenza dotata di senso, in cui si senta valutata positivamente. Non sempre, però, abbiamo una chiara consapevolezza dei nostri bisogni. Spesso essi sono sepolti sotto uno strato di rimproveri, colpevolizzazioni o confronti. Così non riusciamo a instaurare nessun contatto empatico né con noi stessi, né con le altre persone. 
Il compito dei genitori, educatori e insegnanti, è proprio quello di educare, prima di insegnare. Lo scopo della famiglia, così come quello della scuola è quello di formare i giovani per la vita e non per una partita...
La differenza tra scuola e vita? 
A scuola, si insegna una lezione e poi si dà un compito. Nella vita, si dà un compito che vi insegna una lezione.   

Con la comunicazione non violenta (CNV), lo psicologo americano Marshall B. Rosemberg ci offre la possibilità di mantenere un atteggiamento di rispetto verso le altre persone anche in caso di conflitto e di appianare le divergenze in maniera costruttiva. La CNV è diventata famosa a livello mondiale come "il linguaggio della giraffa", poiché la giraffa è l'animale terrestre con il cuore di maggiori dimensioni, Rosenberg la utilizza come figura simbolica per la CNV, che del resto è chiamata anche "linguaggio del cuore". 
Lo stesso Rosenberg ha lavorato con la CNV in contesti di crisi come Israele, Palestina e Ruanda. In Serbia, con sostegno dell'ONU, la CNV è stata impiegata nelle scuole, a partire dalla scuola d'infanzia.

La CNV consiste nella pratica di quattro passi fondamentali: 1) Osservazione e percezione (Che cosa è successo?)  2) Emozione (Come ti senti?)  3) Bisogno (Di che cosa hai bisogno?) 4) Richiesta (Sai formulare una richiesta?). 
Il "progetto giraffa" si articola in una sequenza di dieci moduli, che possono essere utilizzati in qualsiasi anno della scuola primaria. Alla base di tutto ciò però ci deve essere l'amore, l'educazione e il rispetto come esempio di vita.  
Mi piace un insegnante che ti dà qualcosa da pensare da portare a casa oltre ai consueti compiti.

"Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre". S. J. Harris 

"Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni. Questo è bellissimo! Papa Francesco 


L'educazione non è altro che amore ed esempio. Vi auguro di realizzare il vostro "progetto giraffa" con gioia, leggerezza e coraggio! Anna A.


"C'è un luogo al di là del bene e del male...Incontriamoci là". Rumi  





sabato 26 gennaio 2019

PSICOLOGIA - PSICHE- AMORE


IL PICCOLO LIBRO DEL VERO AMORE di Anselm Grun 


Anselm Grun, teologo, è monaco presso l'abbazia benedettina di Munsterschwarzach. E' tra gli autori di spiritualità più conosciuti, i suoi libri sono bestseller internazionali. Per Gribaudi ha pubblicato numerosi libri tra cui: Trasformare le ferite in perle; Il piccolo libro della vera felicità; Come curare le ferite dell'infanzia; Cosa fa bene all'anima; Come trovare la gioia di vivere; Cosa ci fa stare male, cosa ci fa stare bene; Carità; Dio non ti lascia mai solo; Dio se ci sei; Fede; Guarire con la natura; Guidare le persone, risvegliare la vita; La chiave e molti altri... I suoi libri hanno venduto più di un milione di copie e sono stati tradotti in 28 lingue.  

"Il piccolo libro del vero amore" (Edizioni Gribaudi) spiega come l'amore sia un'energia che dà felicità. Amare ed essere amati è un'esperienza che va nel profondo. In questo libro vengono presentate alcune riflessioni sull'amore come riconoscerlo ed esprimerlo nel modo migliore. 

Tutti noi aneliamo ad amare e a essere amati. Il senso della vita, infatti, è compiuto dove c'è l'amore. Il dono della vita ha valore solo nella misura in cui avviene per amore. Il senso della vita è compiuto quando doniamo la vita per amore. L'amore è il dono più bello che Dio abbia "regalato" ad ogni essere umano. 

L'amore significa "vedere" con il cuore. Gli occhi vedono ciò che è in superficie, il cuore guarda più in profondità, vede il cuore degli altri, gli esseri viventi "ricchi di amore", di luce e di calore.  Quando una persona irradia l'ardore dell'amore, gli altri possono riscaldarsi a questo calore. Le parole dell'amore sono quelle che riscaldano, che aprono il cuore, parole che risvegliano nel cuore scintille di speranza e attizzano un fuoco di energia nuova. 

Apri il tuo cuore all'amore.... Apri la mente e collegala al tuo cuore,  in tal modo potrai illuminare la tua vita di gioia e di luce vera quella pura e concreta.  
Per restare vivo l'amore deve scorrere. L'amore che scorre dentro di noi ci fa sentire anche l'amore che dalle altre persone scorre verso di noi. Se confidiamo nel fatto che dentro di noi esiste una sorgente dell'amore, staremo volentieri insieme alle altre persone. Dobbiamo solo lasciare che l'amore semplicemente scorra: in cambio riceveremo a nostra volta tanto amore, calore e comprensione. 

L'armonia interiore necessita dello sguardo amorevole per tutto ciò che di ostile c'è dentro e fuori di noi. 
L'amore fa bene all'anima. Certe persone si ammalano perché non lasciano alcuno spazio libero all'anima. L'Anima ha bisogno di ali, di leggerezza, di spazi aperti. 
Chi ama e irradia l'amore, è una persona elevata poiché ama Dio con tutta la sua Anima.
Ogni persona che si avvicina a Dio fa parte della "grande fratellanza" poiché sa comprendere l'intera umanità alleata all'Amore Divino, alla Saggezza Divina e conosce la Verità Divina. 

Spero che nel mondo, così carente di amore e comprensione, possa trasformarsi e omologarsi all'amore vero, quello senza condizionamenti, quello puro e sincero. 
Spero che ogni essere umano possa ritrovare la strada che porti a sé stesso, alla propria identità, all'immagine autentica e originaria di Dio. 
Spero che in ogni cuore ci sia sempre la speranza della riconciliazione, della fratellanza e della completa guarigione!   Anna A. 





martedì 22 gennaio 2019

FRASI FILOSOFICHE - CALENDARIO 2019

CALENDARIO GENIALE 2019 
Con supporto in legno



Il calendario geniale con il supporto in legno (abete) è un calendario vintage che può essere il tuo compagno di viaggio, di questo intero anno 2019. 
E' un calendario giornaliero con 365 frasi pensieri e aforismi. E' il tuo "coach motivazionale" per ispirare la tua genialità con frasi originali e pensieri filosofici di tutti i tempi. 

"Il Calendario Geniale 2019" Edizioni MyLife   è da consultare ogni giorno per cogliere in un attimo la saggezza senza tempo. Ogni pensiero che ti viene dettato quotidianamente, t'invita a focalizzare l'attenzione sulla saggezza, sull'ironia e sulla riflessione della tua reale situazione. Le frasi giornaliere possono essere lo spunto per un confronto simpatico con gli amici e familiari per godere il momento presente, per accogliere il cambiamento magari per una nuova giornata diversa e più positiva, un'idea nuova da realizzare o semplicemente dare pace al tuo cuore.  

Ecco alcune frasi filosofiche tratte dal calendario...  

2 GENNAIO: Per cominciare bene l'anno, poniti piccoli obiettivi raggiungibili invece di un unico grande traguardo troppo lontano. 
14 GENNAIO: "Se vuoi cambiare la tua vita sul serio, troverai un modo. Altrimenti troverai una scusa. Jen Sincero  
24 gennaio: La pace viene da dentro. Non cercarla fuori. Buddha  
4 FEBBRAIO: Le persone piene d'amore vivono in un mondo pieno d'amore. Le persone ostili vivono in un mondo ostile. Ma il mondo è sempre lo stesso.  Wayne Dyer  
21 FEBBRAIO: Quel che abbiamo alle spalle e quel che abbiamo davanti sono piccole cose se paragonate a ciò che abbiamo dentro. Ralph Waldo Emerson 
8 MARZO: AUGURI A TUTTE LE DONNE. Oggi (e per tutto l'anno) trovate il modo giusto per celebrarvi: se non vi piacciono i fiori, ricordatevi che Mimosa è anche un cocktail e un dolce :-) 
19 MARZO: Se al tuo papà ha già regalato cravatte, camicie, profumi e portachiavi, prova con un abbraccio o un semplice "ti voglio bene". E' sempre il regalo più gradito. 
21 APRILE: Apri il tuo cuore e lasciati sorprendere dalla meraviglia che vi troverai dentro. BUONA PASQUA! 
4 MAGGIO: Le emozioni sono il prodotto finale delle nostre esperienze. Joe Dispenza 
12 MAGGIO: Anche se ha detto: "Non voglio niente", oggi stupisci tua madre con una coccola speciale. AUGURI A TUTTE LE MAMME!
3 GIUGNO: Decidi ora che la tua vita sarà diversa, che ti risveglierai e vivrai al massimo delle tue potenzialità. E' il momento giusto per guardare la realtà in modo nuovo. Roy Martina  
9 LUGLIO: Se, quando eri piccolo, gli altri non sono riusciti a esprimerti il loro amore, è dipeso dal fatto che loro erano bloccati, non a causa di qualche tuo difetto. Brian Weiss   
27 AGOSTO: Evita che il perfezionismo e la paura delle critiche ti blocchino. Doreen Virtue
10 SETTEMBRE: Ogni pensiero che formuliamo e ogni parola che pronunciamo creano il nostro futuro. E' come se i pensieri venissero proiettati nell'Universo, venissero accettati e tornassero indietro sotto forma di esperienze. Louise Hay
28 SETTEMBRE: Il nocciolo della tua personalità è l'autostima, quanto ti piaci. Più ti piaci e  ti rispetti, meglio farai in qualsiasi cosa tu voglia intraprendere. Brian Tracy  
17 OTTOBRE: Credo nell'amore, non nella paura. La paura chiude la mente. L'amore apre il cuore e dissolve la paura. Brian Weiss  
13 NOVEMBRE: Ognuno di noi sa già tutto. Dobbiamo solo aprire le nostre menti per imparare ad ascoltare la profonda saggezza che c'è dentro ognuno di noi. Derren Brown  
15 DICEMBRE: Sii una persona che fa sentire speciale gli altri. Papa Francesco  
25 DICEMBRE: Quest'anno a Natale regala del tempo di qualità alle persone che ami: stare insieme è il dono più prezioso che farà felice sia te che loro. BUON NATALE A TUTTI! 

Antonini Anna  
















sabato 19 gennaio 2019

MEDICINE ALTERNATIVE - METAMEDICINA - CURE NATURALI

APRI LA PORTA ALL'ABBONDANZA di Claudia Rainville 
Metamedicina e prosperità 

Claudia Rainville, biologa di formazione, si occupa di benessere psicofisico, relazionale ed emotivo, e ha messo a punto il metodo della Metamedicina. L'omonimo libro, recentemente aggiornato a Metamedicina 2.0, bestseller in Italia, è la pietra fondante di una scuola attiva in tre continenti. Il suo passato, profondamente segnato da solitudine e sofferenza, viene stravolto dall'incontro, avvenuto nel 1983, con Lise Bourbeau, fondatrice del Centro écoute ton corps, che la avvia verso un nuovo cammino di rinascita. 
Il suo bisogno di approfondire la comprensione dell'essere la conduce due volte in India, dove è stata istruita da famosi maestri spirituali come il Dalai Lama e Sai Baba

"Apri la porta all'Abbondanza" Edizioni Amrita  è un libro che propone al lettore  un'autoterapia, una analisi interiore della sua reale situazione: sia interiore, sia economica  che quella sociale.  
Il libro è formato da due parti, la prima parte: Liberarsi di ciò che ci sbarra la strada verso l'abbondanza. In questa parte impariamo a liberarci di ciò che, in noi, ci impedisce di accedere alla prosperità. Nella seconda parte: Attivare l'energia dell'abbondanza, apprendiamo come attivare in noi quelle energie che la possono favorire, senza limiti...
I tuoi unici limiti consistono in quello che tu stesso credi di poter ottenere. 

Non occorre essere ricchi per nutrire grandi ambizioni. Sono le nostre grandi ambizioni che possono renderci ricchi. Avere dei sogni e realizzarli significa sperimentare la divinità in noi. Sognare vuol dire andare in una direzione ben precisa. E' quando non si hanno più sogni che si diventa vecchi, che la vita perde interesse, che ci si muove senza andare da nessuna parte. Non si vive davvero, ci si limita a sopravvivere. Non dimenticare dunque quali sono le principali chiavi per aprire la porta dell'abbondanza: essere chiaro con te stesso riguardo a quello che vuoi; smettere di vedere degli ostacoli fra te e i tuoi desideri; sognare la vita alla quale aspiri; fare delle scelte; dare la priorità a una di queste scelte; dedicarle il massimo della tua energia; perseverare nonostante le difficoltà. 

La vera ricchezza non si misura in beni materiali, perché è uno stato interiore. Tuttavia l'una non esclude l'altra. Tutti coloro che hanno fatto progredire il mondo erano sognatori... ma sognatori che sono passati all'azione. 
Possiamo mettere a tacere la nostra coscienza e mentire agli altri, ma non possiamo ingannare la legge di causa ed effetto. La legge causa ed effetto è DARE E RICEVERE. La generosità "della mano" deve essere ispirata dalla generosità del cuore. Più si dà, più si riceve. 
"Nessun uomo può diventare ricco senza arricchire gli altri". (Andrew Carnegie)  

Se seminiamo erbacce nel nostro giardino, non raccoglieremo certo dei fiori. Se tutti fossero onesti e generosi su questa terra, la povertà non esisterebbe. Il dono più grande è il dono di sé... Con il dono, permettiamo al denaro di ritrovare il posto che gli spetta. Ecco perché è importante donare... Donando amore, riceveremo felicità. Donando gioia, riceveremo il piacere di vivere. Recando pace, otterremo pienezza. Offrendo agli altri la bellezza, riceveremo l'armonia nel luogo in cui viviamo. Incoraggiando gli altri, avremo più fiducia in noi stessi. 
Insegnando agli altri l'autoguarigione, godremo noi stessi di buona salute. Motivando gli altri, diventeremo più intraprendenti. Offrendo il nostro sostegno riceveremo la lealtà dei nostri collaboratori. Meditando sulle grandi verità, riceveremo ispirazioni spirituale. Mostrando la via del risveglio, giungeremo alla nostra liberazione. Soltanto ciò che è stato realizzato con il vero amore e con gratitudine continuerà ad esistere. La gratitudine ci apre le porte all'abbondanza. Antonini Anna 


"I sentimenti di fede, amore e desiderio sono i più potenti. Quando si uniscono, sono capaci di influenzare intensamente il processo del subconscio che induce la risposta concreta". Napoleon Hill 

"Tutte le grandi imprese del mondo sono cominciate con un sogno. La quercia dorme nella ghianda, l'uccello è in attesa nel suo uovo e i sogni sono i semi da cui nascono i frutti più dolci".  Og Mandino  

"Un albero dal grande tronco è nato da una radice sottile come un capello; una torre alta nove piani è sorta da un pugno di terra; un viaggio di mille leghe è cominciato con un passo". Lao Tzu 










venerdì 11 gennaio 2019

SAGGISTICA E RELIGIONE

IL GRANDE RACCONTO DELLE RELIGIONI di Giovanni Filoramo 


Giovanni Filoramo è professore emerito di Storia del cristianesimo dell’Università di Torino. Fra i suoi libri ricordiamo "Il sacro e il potere. Il caso cristiano" (Einaudi, 2009), "La croce e il potere. I cristiani da martiri a persecutori" (Laterza, 2011) e, per il Mulino, "Ipotesi Dio. Il divino come idea necessaria" (2016). 

"Il grande racconto delle Religioni" Edizioni Il Mulino è un viaggio alla scoperta delle grandi religioni, da quelle del passato a quelle che ancora oggi vengono praticate. 
La visione religiosa del mondo garantisce ai credenti un punto di vista unitario sulla realtà, una bussola per orientarsi tra il bene e il male. Mentre alcune visioni hanno al loro centro il problema del rapporto con una natura selvaggia e minacciosa, altre insegnano all'uomo a vivere in armonia con il cosmo che lo circonda, lo ha creato e lo nutre. In altre ancora, ordinatrice del cosmo è una figura di sovrano divinamente ispirato. Il divino non si manifesta solo nella natura, non ha tratti antropomorfi, ma trascende radicalmente l'uomo. Con il Cristianesimo la concezione del Dio incarnato opera una svolta antropologica destinata a segnare la storia del pensiero occidentale. 
E' di tutto questo che parla il libro: dell'eterno, inesausto bisogno umano di realizzare la pienezza dell'essere attraverso il sacro. 

"La curiosità, diceva un antico filosofo, è il motore della ricerca. La filosofia, certo, mi appassionava. Ma sentivo che le religioni possedevano un fascino, un richiamo diverso, per me più irresistibile". G. Filoramo

Le religioni sono visioni del mondo. L'espressione rimanda al modo in cui, in un determinato campo del sapere, differenti rappresentazioni, investimenti, ipotesi, condotte, trovano un loro ordine e una loro coerenza a partire da un centro di irraggiamento, fornendo la chiave di accesso a un insieme di conoscenze che, altrimenti, ci apparirebbero affastellate e confuse. 

L'uomo non è un essere acosmico, non può vivere fuori dal mondo: è un essere integrato, coinvolto in una rete di relazioni; nel contempo, però, egli può essere liberato. Egli è impegnato  ma non preoccupato, distaccato ma non avulso, coinvolto ma non intrappolato. Da qui deriva la sua "santa indifferenza", la sua serenità, la sua pace, che consiste non nel rifugiarsi in una torre d'avorio o in un inaccessibile nido d'aquila, ma nel trovarsi al centro della realtà: colui che ha l'animo distaccato nei confronti di ogni cosa, ed è libero dalla brama, consegue, per mezzo della rinuncia, la suprema perfezione, che consiste nella libertà dei legami dell'agire. 
La mente soltanto è la causa della schiavitù o della liberazione dell'uomo. Essa conduce alla schiavitù o alla liberazione quando è attaccata agli oggetti di senso, e alla liberazione quando è liberata da essi. Quando un uomo, dopo aver reso la mente perfettamente stabile, libero dall'attaccamento e dalla confusione, entra nello stato "senza mente", allora egli raggiunge la dimora suprema. La mente deve essere controllata solo finché non sia annichilita nel cuore: questa in verità è la conoscenza, questa è la liberazione ; il resto è null'altro che superflua pedanteria. 

Una coscienza illuminata e purificata, non può essere fonte di un atto moralmente errato, anche se a volte, osservato dall'esterno, quell'atto può sembrare tale. 
Purificazione è dunque, adoperarsi in tutti i modi ad abituare la propria anima a raccogliersi e racchiudersi in sé stessa con proiezione con il mondo esterno. In sintesi unificare la propria vita in perfetta sintonia con la vita degli altri significa vivere una vita ricca di amore "assoluto" e indiscutibile che dà valore alla vita di ogni individuo. Agire in perfetta coscienza implica aver raggiunto una perfetta consapevolezza: "Quando un uomo conosce Dio tutte le catene sono sciolte". Antonini Anna 






























lunedì 7 gennaio 2019

SAGGISTICA - SVILUPPO PERSONALE

COME VIVERE BENE di Giuseppe Vizzini 

Giuseppe Vizzini ha la passione per la scrittura. Nel 2013 ha pubblicato Santa Maria di Ognina. Una Chiesa aperta al mondo. E' attento alle problematiche sociali, culturali e religiose e ciò lo porta a cogliere gli aspetti salienti e significativi che caratterizzano la vita del nostro paese e della società. E' legato alla famiglia e ai suoi valori. Cattolico praticante, ritiene fondamentale il ruolo dell'etica nel vivere quotidiano in quanto guida imprescindibile per il raggiungimento di un'esistenza felice. Ha fondato il Monastero di Bove. 

"Come vivere bene" Edizioni Algra  nasce dalla riflessione dell'uomo comune che vuole dare un apporto a dei temi che oggi attanagliano il sentire comune e fanno parte delle problematiche dei nostri giorni, ma non soltanto di questi. Vuole essere semplicemente un "compagno di viaggio" o "compagno di vita" che si rivolge alla nostra profonda interiorità per offrire uno spunto soggettivo di riflessione su determinati argomenti che oggi, forse più di prima, attraversano i nostri orizzonti e spesso determinano i percorsi da effettuare. 
L'etica ha un significato profondo che può colpire la nostra attenzione e può, in certi momenti e in certe circostanze, farci prendere cognizione su vari aspetti che riguardano l'uomo, interessandolo e coinvolgendolo. Le problematiche dell'etica non possono essere ignorate o disattese poiché riguardano intimamente la nostra vita. E quando dico "etica" intendo riferirmi a un concetto ampio che guarda anche alle questioni ad essa connesse quali quelle indagate dalla morale e dalla bioetica. 
In questo testo si affrontano alcuni argomenti che riguardano l'uomo, perché lo coinvolgono nella sua quotidianità, indicando quali sono oggi le problematiche con le quali deve confrontarsi. 

L'uomo si caratterizza per i suoi comportamenti e le sue azioni e attraverso questi traccia una via che può portare al bene o al male. I corretti comportamenti sono la panacea dell'uomo perché gli permettono di stabilire un atteggiamento di assoluto riposo mentale e lo immergono in una sfera di benessere in quanto trasmettono, direttamente o indirettamente, un equilibrio sicuramente capace di dare serenità e spesso anche felicità. 
Il termine "etica" proviene dal greco, ethos, e letteralmente significa carattere, costume, regola, norma di vita. Nella lingua italiana tuttavia per etica s'intende la speculazione filosofica universale di ciò che è bene e ciò che è male e quindi l'etica è quella parte della filosofia che si occupa dei comportamenti umani e assegna ad essi un carattere tale da separare quelli moralmente accettati e considerati buoni e giusti in contrapposizione a quelli che sono inaccettabili e non praticabili. L'etica studia, quindi, i problemi e i valori connessi all'agire umano: la distinzione fra bene e male è propria dell'etica. Essa rappresenta la riflessione razionale degli ambiti entro i quali la libertà umana può essere estesa ed esercitata. L'etica in pratica persegue il bene e, pertanto, non accetta ciò che viene imposto con la forza. Essa serve a evitare che nella società si affermi il male e, quindi, a farci stare meglio. 
L'etica significa in pratica, indirizzare lo sguardo a situazioni e platee più vaste che riguardano fasce elevate di persone. Quando si parla di etica ci si riferisce a tutto ciò che è bene e giusto in un'ottica, in un orizzonte, in un raggio più vasto, più largo che affronta aspetti e spazi molto più sconfinati. Tra etica e morale il confine è sottile. 

Etica è anche libertà. L'etica evidenzia i princìpi generali del buon comportamento che vanno posti in essere in tutte le azioni e relazioni umane. Essa rappresenta la maniera sul come confrontarsi con i propri simili con l'obiettivo di trasmettere a quest'ultimi ciò che è bene e giusto.

L'etica accetta, vuole e predica la pace. L'uomo vive di relazioni e come tale deve, ed è bene che mantenga con gli altri e verso gli altri, rapporti di buona convivenza. Deve essere un processo di autoeducazione della nostra persona per cercare di "volare alto" su tutto ciò che vediamo di negativo negli altri, cogliendone gli aspetti positivi e valorizzarli, facendoli emergere affinché gli aspetti negativi ci sembrino poca cosa e possano lentamente e gradualmente essere oscurati dagli aspetti che hanno maggiore importanza. In pratica bisogna prevenire i conflitti, evitare di coltivarli e spegnerli quando sono accesi, seguendo i valori etici che si sforzano di diffondere il bene dell'uomo e la strada giusta da seguire per l'affermazione di questi valori da considerare irrinunciabili. 
La pace deve partire da noi stessi coltivandola giorno dopo giorno, dai piccoli gesti, dalle comunità in cui viviamo per poi estenderla agli altri fino a "contagiarli" e farsi contagiare per rafforzarci e vivere tutti uniti in spirito di unità, solidarietà amore e concordia. 
L'assenza di valori morali, o varie violenze subìte (sia moralmente che fisicamente), possono essere i motivi che stanno alla base di chi assume comportamenti violenti e distorti. Anche in questo contesto i governi devono contribuire a offrire e a rendere gradevole e accettabile il percorso di vita dei cittadini, facilitandone il loro cammino e le loro esperienze. Lo Stato così come provvede a far pagare le tasse ai cittadini è bene che provveda anche a distribuire ad essi tutto ciò che è necessario, perché siano autosufficienti e godano dei diritti loro spettanti. L'etica e la bioetica devono essere la struttura portante in uno Stato che si definisce civile e democratico. Quando i cittadini sono felici e soddisfatti di ciò che hanno non avvertono la necessità di delinquere per poter raggiungere l'obiettivo a cui tutti aspiriamo: la pienezza e la serenità della vita. Non si possono chiedere ai cittadini solo sacrifici e rigore, bensì dare la consapevolezza della presenza di uno Stato amico e disposto a dare la possibilità a tutti di vivere una vita tranquilla e dignitosa. Lo Stato deve assumere il ruolo del buon "padre di famiglia", del pater familias che deve sempre porgere la mano ai suoi figli, tali vanno considerati i suoi cittadini.
Lo Stato deve dare buoni esempi. Occorre più equilibrio, comprensione e soprattutto rispetto sia tra di loro che verso noi che li eleggiamo. A. Anna  

La pace dà sicurezza ed equilibrio interiori perché assicura tempi e spazi nuovi e tranquilli, allontanandoci da turbolenze e insicurezze. Così la pace viene descritta da Enzo Bianchi...
"Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio" Enzo Bianchi (saggista)