mercoledì 4 settembre 2019

RACCONTI E SAGGI - BENESSERE MENTE CORPO E SPIRITO

IL POTERE NASCOSTO di Roberto Giovagnoni e Roberta Silvestri 

Il Linguaggio Segreto dell'Anima


Roberto Giovagnoni vive a Perugia. Attualmente lavora in una grande multinazionale del settore finanziario. È counselor professionista, trainer di training autogeno e formatore aziendale. Ha operato nel settore della cooperazione internazionale in progetti di reinsediamento di popolazioni rifugiate seguendo il tema dei diritti umani in America centrale, Nord Africa ed Est Europa.

Roberta Silvestri vive ad Assisi. Lavora come insegnante ed educatrice presso istituzioni pubbliche, per lo studio ed il sostegno alla crescita infantile e primaria. È operatrice energetica, ricercatrice spirituale ed esperta di tecniche di connessione ai differenti livelli di coscienza. Conduce gruppi di evoluzione personale ed opera in percorsi di crescita individuale.


"Il Potere Nascosto" Edizioni Om è l'espressione metaforica di una danza di Amore e fratellanza, una guida premurosa verso una nuova consapevolezza, un insieme di insegnamenti preziosi che guideranno il lettore nel difficile cammino della vita.  
La storia della vita a volte ricomincia dopo una profonda crisi, a volte appare risvegliarsi come da un sogno, molto spesso ci dà la sensazione di non incominciare mai.  Sarà nel passaggio dei due Mondi, (da quello materiale a quello spirituale) a riscoprire la possibilità del reale cambiamento, celebrando in questo viaggio d'esplorazione la vera evoluzione della propria anima.

I protagonisti (Rachel e Thomas) sono due persone molto diverse tra di loro, ma comunque unite e sincronizzate verso un unico linguaggio segreto: il potere nascosto dell'anima.
Il linguaggio dell'anima è semplice e diretto, rappresenta per te uno strumento del Divino per farti sintonizzare con ciò che da sempre è dentro di te, questo decodifica per te nuove propettive senza bisogno che tu vada a cercare soluzioni all'esterno. 
In questo "linguaggio segreto" si scopre veramente chi sei poiché sarai in sintonia con il linguaggio universale: il linguaggio dell'amore. 
La tua visione  diventa chiara solo quando guardi dentro il tuo cuore. Chi guarda fuori, sogna. Chi guarda dentro, si sveglia affermava Carl Gustav Jung
Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte.

Nessuna tenebra dura per sempre...
Questa è la vita, essa si muove su due binari attraverso i quali si perviene alla conoscenza: il dolore e la gioia. Per questo incontriamo i cosiddetti "mostri", che altri non sono che esseri inconsapevoli della propria Essenza, o Anima, sostanza primigenia di Luce e Amore. 
Solo conoscendo te stesso, potrai essere libero e da libero potrai affrontare ogni pericolo. La fede in te stesso sarà il tuo scudo e sarai cosciente di vivere la tua vita. Da ciò imparerai a conoscere ed apprezzare ciò che Dio ti ha donato e utilizzerai con coscienza e saggezza il tuo corpo, la tua mente ed il tuo Spirito diventando un pellegrino alla ricerca di te stesso. 

L'Amore è un'energia nella quale si muove tutto...
In questa percezione ogni essere trova la sua massima "Espressione di bellezza" più elevata poiché più valida.
Rachel e Thomas, nel loro viaggio comune riscoprono come la comunione del sentire, dunque come l'Amore di per sé, sia la legge della realtà e, nel contempo, la legge profonda del cuore dell'uomo. Entrambi nel viaggio, riscoprono la sincronia del proprio cuore con la realtà: è nella fratellanza che capiscono di essere uniti e perfetti figli di Dio. 
Leggendo le storie di Rachel e Thomas la tua percezione del mondo cambierà e ti aprirai alle infinite possibilità. 

Imparerai ad amarti, dopo aver compreso ciò che si nasconde sotto la cenere delle esperienze passate, riemergendo nel fuoco sacro della fenice trasformativa dell'Anima. 
Da qui la tua vita si risolleverà in un volo di consapevolezza, verso l'infinito. 
Il Potere Nascosto, da ora in poi, sarà il tuo Potere Rivelato. Roberta e Roberto

"Non tutte le prigioni hanno le sbarre; ve ne sono molte altre meno evidenti da cui è difficile evadere, perché non sappiamo di esserne prigionieri". Henri Laborit