lunedì 12 aprile 2021

LETTERATURA - NARRATIVA - POESIA

L'ANONIMATO di LUCA CAMPO 

 

 

Luca Campo, nato a Santo Spirito (Bari) un piccolo paesino, laureato in Psicologia all'Università di Bari. Fin da bambino esprime la sua fortissima sensibilità ed empatia nei confronti della gente che lo circonda. Dopo la morte del nonno materno, saldo punto di riferimento per il giovane autore, amante della poesia, decide in suo onore e dalla sua grande vena poetica, di dedicare parte del suo tempo alla poesia. Ispirato dalle esperienze vissute e dai costanti cambiamenti, crea fluidi versi che rispecchiano i suoi pensieri e la sua versione della realtà. Attraverso la poesia cerca dunque di spiegare l'ineffabile e di plasmare attraverso le parole quelle emozioni che agitano l'animo di ogni uomo. 

"L'Anonimato" (Edizioni Kimerik) è una raccolta di pensieri e poesie, uno specchio in cui ogni uomo si riflette privo di ogni difesa e maschera. Attraverso queste parole il lettore coglie le sfumature della realtà che spesso sono oscurate dalla frenesia della vita quotidiana. I versi dell'autore esprimono l'idea di un mondo dormiente, distratto dalla cornice della quotidianità. L'anonimato permette all'uomo di trovarsi faccia a faccia con il suo essere e di scoprire l'uomo libero e razionale che risiede in sé stesso.  

L’anonimo è figlio di un mondo dormiente, distratto dalla quotidianità, è un uomo bidimensionale che non ha e non cerca una profondità. L’anonimo è un uomo destrutturato e depersonalizzato in balìa delle sue centomila personalità. La soluzione è dunque quella di abbattere le pareti delle proprie dimensioni e cercare l’elevazione attraverso qualcosa che possa riempire la propria profondità, come la poesia.
La copertina nasce da questo. L’uomo senza volto è un uomo senza caratteristiche che ne permettano il riconoscimento. La copertina è dunque la rappresentazione grafica dei pensieri dell'autore. 

 

VERSO L'UTOPIA

Le voci dello spazio e del tempo 

inventano utopie 

che divengon desideri, 

facile immaginarli 

ma non possederli.

Cavalca il vuoto sociale 

e le sue false sfumature, 

infrangi le credenze 

e le povere aspettative. 

Lento e costante 

invento forme 

ridefinendo i confini. 

Scontrandomi tra 

le ostilità e i pregiudizi, 

tra individui che hanno 

ormai perso la speranza 

di ottenere quella vecchia 

e impossibile utopia. 

La forza di un uomo è nelle sue parole, nell'animo e nella sua FEDE. I pregiudizi e la superbia sono le debolezze che minano il suo essere e la comprensione dell'altro e quindi del mondo intero. 


IL CERCHIO DELLA VITA, senza confini, circonda l'evento infinito con una luce bianca che tange tutti quei punti che tracciano e definiscono la bellezza di quella perfezione. 

THE SOUND OF SILENCE

... Le mie emozioni corrono libere cercando la pace... Ascolta il vento e la natura lontano dall'uomo che distrugge la quiete. 

Profeti di luce ed armonia sussurrate la preghiera e il suono del silenzio, gustatelo in solitudine... 

 

PRIMAVERA 

Tra il verde e l'azzurro di quel ciel di primavera vedo bimbi che corron e vivono la vita. 

I pensieri si liberano soltanto tra le foglie di quei rami, la luce li accarezza regalando loro infiniti sorrisi.  

Il sorriso è l'unica possibile spiegazione dell'infinito.

 

Il poeta non "vende" opere, vende se stesso, la sua mente, e se ciò non bastasse anche tutti i suoi problemi. 

In questo contesto..."L' impossibile" è un castello di carta. È nostro dovere intellettuale liberare la nostra mente da ogni tipo di preconcetto. Un mio aforisma a proposito di questo...: "Quando il corpo non è capace, le idee non conoscono l’impossibile".  

Non vivere di timori, silenzi o debolezze, ma di emozioni e fantasie che ti libereranno, rendendoti finalmente differente tra gli "anonimi". 

"Per aspera ad astra" (attraverso le asperità sino alle stelle). Virgilio


 

domenica 4 aprile 2021

BUONA PASQUA 2021

                    AUGURI A TUTTI DI UNA               FELICE E SERENA PASQUA! 

 La Pasqua è una delle feste più importanti per i cristiani in quanto si onora il messaggio di Cristo lasciato attraverso la sua risurrezione.

Negli ultimi anni Papa Francesco ha dedicato molte parole alla Pasqua, ricordandoci che la celebrazione della risurrezione è vista come un momento per aprirsi verso la speranza, l’amore e la rinascita. 

Ecco il primo annuncio di Pasqua che vorrei consegnarvi: è possibile ricominciare sempre, perché sempre c’è una vita nuova che Dio è capace di far ripartire in noi al di là di tutti i nostri fallimenti. Lo ha detto Papa Francesco nell’omelia durante la veglia di Pasqua. Anche dalle macerie del nostro cuore Dio può costruire un’opera d’arte, anche dai frammenti rovinosi della nostra umanità Dio prepara una storia nuova.

Cristo risorto è speranza per quanti soffrono ancora a causa della pandemia, per i malati e per chi ha perso una persona cara. Il Signore dia loro conforto e sostenga le fatiche di medici e infermieri". E ancora: "Tutti, soprattutto le persone più fragili, hanno bisogno di assistenza e hanno diritto di avere accesso alle cure necessarie".  

La fede non è un repertorio del passato, Gesù non è un personaggio superato. Egli è vivo, qui e ora. Cammina con te ogni giorno, nella situazione che stai vivendo, nella prova che stai attraversando, nei sogni che ti porti dentro.

Il Signore ispiri l'agire delle autorità pubbliche perché a tutti, specialmente alle famiglie più bisognose, siano offerti gli aiuti necessari a un adeguato sostentamento.    (Papa Francesco) 

 

 

lunedì 29 marzo 2021

PSICOLOGIA - PSICHE E AMORE

IL CODICE SEGRETO DELL'AMORE di Raffaele Renna 

L'utopia del partner ideale

 

Raffaele Renna è docente di Disegno e Storia dell'Arte al Liceo scientifico "Banzi" di Lecce, laureato in Psicopedagogia, specializzato e già insegnante di sostegno agli alunni in difficoltà, diplomato in pittura alla Statale d'Arte di Lecce, autore del libro: "Perché ci innamoriamo" (una ricerca sul colpo di fulmine), edito da "ll Punto D'Incontro" (2004), per il quale ha avuto tre recensioni su RAI 2 ed è stato ospite sul palco del "Maurizio Costanzo Show". Articoli sullo studio sono pubblicati sulla rivista "La Macchina del Tempo" e sul mensile di psicologia "Psychologies Magazine". Numerosi sono i suoi interventi in trasmissioni TV e radiofoniche. E' anche astrofilo e divulgatore scientifico di astonomia e come musicista e compositore ha vinto il "Premio Rino Gaetano per autori", di Rai Uno (1998). (Potete seguire su youtube: https://www.youtube.com/channel/UCw5JFe3ljLVqoqqwY3lSgDw )

"Il Codice Segreto dell'Amore" (Edizioni Psiconline) può essere considerato un manuale dell'Amore, da consultare e rileggere negli anni. Lo studio si rivolge a tutti, (anche se la nostra cultura rovina e rinvia ancora la festa dell'amore) per far sì che nella dimensione della coppia esistano gli "ingredienti" di base e la volontà reciproca per un duraturo rapporto così da passare al progetto di vita insieme. 

Ci innamoriamo tutti di un modello ideale di partner (e di bellezza) che nasce con noi, in quanto parte del programma genetico, all'interno di una personale visione che proiettiamo continuamente nel mondo. Ognuno ha il suo modello... e ognuno sogna il proprio partner come  "modello perfetto" (cosa assolutamente impossibile da esistere), infatti l'amore non è mai come quello sognato ma sappiamo tutti che sognare si può e fa bene poiché focalizza l'attenzione verso una nuova proiezione.  

Conoscere le radici nascoste dell'innamoramento è importante per: poter prevenire le cocenti e talvolta infauste delusioni d'amore, ovvero evitare angosciosi pentimenti da cui non si può tornare indietro; poter vivere il più intensamente possibile e apprezzare il rapporto di coppia; non attribuire sempre e comunque al proprio partner (ma anche a se stessi) la responsabilità di un'eventuale rottura della storia d'amore e covare di conseguenza sentimenti di odio che, a ben vedere, non hanno motivo di esserci. 

La realtà è una costruzione della nostra mente, come ebbero anche a dire Kant e Shopenhauer. Noi guardiamo tutto e tutti proiettando il nostro sé ideale, perché siamo alla continua e inconscia ricerca di se stessi negli altri. Proprio in questo narcisismo si esplica, si rinnova e si rigenera l'energia dell'innamoramento su qualsiasi cosa del mondo che sia oggetto del nostro interesse. 

La nostra società è sempre più fondata sul valore assoluto del denaro, dei beni materiali e sul principio del piacere "a tutti i costi e subito", dove comprendere i fenomeni è peraltro una perdita di tempo. Chi ne subisce le spese è la coppia e l'istituzione famiglia, quel nucleo vitale per la società in cui spesso manca un progetto. 

Il vero amore va oltre il valore monetario, va oltre l'utilitarismo dello scambio delle ricompense e del "non fare agli altri quel che non vuoi sia fatto a te", ma è un VALORE in cui non si chiede, ma semplicemente si dà. E' irrevocabile, non negoziabile, globale e globalizzante. 

L'Amore con la "A" maiuscola, inoltre, è quella spinta che presuppone un livello di saggezza e un livello di identificazione con tutto il creato piuttosto alti, quella che non si aspetta niente in cambio di qualcosa dato, quella che tutti potenzialmente possediamo e che spesso ignoriamo. La saggezza dell'anima è l'unica vera fonte d'amore che arricchisce ed eleva l'essere umano in una dimensione superiore poiché è la vera fonte che si potrà attingere all'infinito verso il proprio benessere esistenziale.

La tendenza diffusa è quella di pensare che nasciamo con un disco vuoto e una straordinaria "macchina" chiamata cervello e che quello che diventiamo nel tempo dipende esclusivamente  da ciò che l'ambiente ci trasmette. 

Allan Snyder (direttore del Center for Mind University of Sidney) a tal proposito è molto chiaro: "Per poterci muovere in questo mondo complesso abbiamo modelli del mondo che conosciamo già e che io chiamo Mind's Setting. Noi vediamo il mondo attraverso questi modelli mentali. Ciò ci semplifica le cose. 

I leggeri cambiamenti che avvengono nella vita non hanno molta importanza. Non ce ne accorgiamo perché proiettiamo esternamente ciò che ci attendiamo di trovare". 

Per chiarire ulteriormente, intendo dire che dopo i primi vent'anni di vita, siamo sostanzialmente ciò che l'ambiente ha voluto e deciso per noi, spesso (ahinoi!) castigando le vere inclinazioni di cui madre natura ci ha dotato. E' solo con il processo di individuazione, teorizzato da Jung, che si avvia la vera ricerca di sé  e lo "svestimento" graduale del plagio di partenza. 

L'idea del mondo, dunque, intesa come quel grande bagaglio di archetipi, predisposizioni, immagini e simboli che si trovano nel vulcano creativo che è la nostra profondità psichica, non deve essere stravolta ma solo aiutata a venire fuori dall'educazione. Noi tutti possediamo già geneticamente tutti gli archetipi, compresi quelli del bene e del male, secondo una combinazione così complessa ed eterogenea che è unica al mondo. 

Jung, nella conferenza sulla "trasformazione della personalità nel senso dell'ampliamento" (dal libro "Sul Rinascere") afferma: "Dobbiamo comprendere che ciò accade solo perché in noi qualcosa corrisponde ad essa e le si muove incontro". In effetti ciò che percepiamo della realtà è il risultato di una filtrazione che avviene a livello sinaptico e psicologico tra ciò che arriva ai nostri sensi e ciò che ci attendiamo di percepire. 

In conclusione possiamo affermare... 

Non esiste un partner ideale e perfetto, (quello rimane lì nelle favole...); ma si può raggiungere un perfetto equilibrio di coppia. Quando siamo in grado di riconoscere i valori dell’altro siamo in grado di creare una comunicazione efficace e produttiva si creerà un equilibrio perfetto in sintonia ed armonia con la propria energia.

L'amore è un concetto estensibile che va dal cielo all'inferno, riunisce in sé il bene e il male, il sublime e l'infinito. 

La vostra visione diventerà chiara solo quando guarderete nel vostro cuore. Chi guarda all'esterno, sogna. Chi guarda all'interno, apre gli occhi. Jung 

"Nel grande gioco della vita vince chi non perde il cuore". S. Littleword





 

 

 

 

 

lunedì 15 marzo 2021

PSICOLOGIA - SCIENZE UMANE - SOCIOLOGIA

IL MANIPOLATORE AFFETTIVO E LE SUE MASCHERE di Cinzia Mammoliti 

L'identikit dei dieci manipolatori relazionali più pericolosi e come neutralizzarli 

 

Cinzia Mammoliti  laureata in Giurisprudenza con specializzazione in Criminologia e Psicopatologia Forense,  dopo aver lavorato per anni sul trattamento della devianza e della criminalità minorile in ambito educativo si occupa attualmente di Alta Formazione per strutture pubbliche e private.

Docente di Psicologia per la Scuola Superiore dell'Amministrazione dell'Interno e responsabile della progettazione ed erogazione di corsi in ambito criminologico con il Gruppo Eba (Agenzia di sicurezza) e con Di Donna Investigazioni per Forze dell’Ordine, investigatori privati, addetti alla sicurezza, operatori del settore sanitario e di Sportelli antiviolenza.
Collabora con numerosi assessorati alle Pari Opportunità di numerosi Comuni italiani in materia di prevenzione di violenza domestica,  stalking, mobbing  e reati connessi. E' membro del Comitato Scientifico di Link Italia. Presso le Edizioni Sonda ha pubblicato con successo la guida "I serial killer dell'anima", ed è impegnata a portare in giro per l'Italia un progetto di sensibilizzazione sulla violenza di genere attraverso la partecipazione a convegni, conferenze, seminari e workshop. 

"Il Manipolatore affettivo e le sue maschere" (Edizioni Sonda) è un libro indispensabile per chi è vittima dei manipolatori.

Dopo il grande successo de "I serial killer dell'anima", l'autrice ha ritenuto opportuno regalare un altro libro interessante ma soprattutto indispensabile per la difesa relazionale.  

Nella attuale società esistono molti uomini che indossano maschere pericolose ma  quelle più terrificanti sono quelle dei "manipolatori relazionali. Nessuno pensa che siano così distruttivi fin quando diventano pericolosi.

Ma chi sono in pratica i veri manipolatori affettivi?
Si tratta di individui anaffettivi, irresponsabili, privi di sensi di colpa ed empatia accurata, incapaci di rimorso che passano di vittima in vittima per prosciugarne l’energia e destabilizzarne l’emotività. 

Il loro obiettivo primario (di cui sono solo parzialmente consapevoli), consiste nell’uccidere la vitalità dell’altro a "fuoco lento", cercando di far perdere del tutto la ragione.

"La criminologa Cinzia Mammoliti, accanto a un'analisi dettagliata dei manipolatori, indica con chiarezza come riconoscerli, che cosa fare per acquisire consapevolezza di una relazione perversa e come salvarsi in tempo da un rapporto negativo che, in qualsiasi momento, potrebbe degenerare in delitto". (Silvana Mazzocchi, "La Repubblica") 

Nella rete di un manipolatore relazionale può, potenzialmente cascarci chiunque.
L'arma per difendersi dalla violenza psicologica e fisica è la consapevolezza: bisogna conoscere i manipolatori affettivi per neutralizzarli e per farlo occorre riconoscere le maschere dietro cui si celano. 

In questo libro, l'autrice individua le dieci principali tipologie di questi individui distruttivi:  dal bugiardo patologico al buon padre di famiglia, dal parassita al cybervampiro, dall'uomo del mistero al salvatore, dalla finta vittima al mentore, dall'altruista al dipendente, ognuna introdotta dalla testimonianza di una sua vittima; ne analizza le peculiarità che possono fornire spunto di riflessione e analisi da parte delle potenziali vittime ed elenca i principali campanelli d'allarme. Inoltre suggerisce un'originale proposta su come prevenire la violenza sulle donne e un'adeguata tutela per le vittime. 

Questo libro spiega (con chiarezza) esperienze dirette vissute da tante vittime;  le strategie giuste per difendersi dai manipolatori relazionali e i vari identikit  (descritti nello specifico) per comprenderne bene le varie tecniche e i metodi che questi adottano. 

Ecco i 10 IDENTIKIT da prendere in considerazione per non cadere nella trappola del "manipolatore":

L'Identikit dei bugiardi patologici; l'Identikit delle finte vittime; l'Identikit dei mentori; L'identikit dei buoni padri di famiglia; l'Identikit dei parassiti; l'Identikit dei cybervampiri (abili soprattutto sui social network); l'Identikit degli uomini del mistero; l'Identikit degli uomini dipendenti; l'Identikit degli altruisti e infine l'Identikit dei salvatori. 

"Ho individuato le dieci principali e di ognuna, introdotta dalla testimonianza reale di una vittima, analizzo peculiarità che possano fornire spunto di riflessione e di analisi ed elenco i principali campanelli d'allarme da osservatore. Ho cercato di focalizzarmi soprattutto sui principali errori di valutazione di chi si relaziona con questi soggetti, affinché acquisiscano una consapevolezza che troppo spesso ho visto mancare. 

Mi auguro che questo mio contributo possa diventare altrettanto utile e importante e che possa fornire ulteriore occasione di spunto di ricerca a tutti i miei colleghi e colleghe". Cinzia Mammoliti

"E'un libro dalla gradevolissima chiarezza di esposizione e dalla solida base documentale". (Roberto Russo di Bookblog) 


"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti". (L. Pirandello)

 
 

lunedì 8 marzo 2021

ATTUALITA' - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA

                         DONNA 

 

L'Otto marzo è una festa, è una ricorrenza, un occasione dedicata alla commemorazione e alla riflessione sulla parità di genere, concetto a volte ancora troppo trascurato nell'attuale  società.

La ricorrenza è nata per ricordare le lotte sociali e politiche che le donne hanno dovuto affrontare affinché la loro voce venisse ascoltata. Questa ricorrenza viene collegata a due avvenimenti storici: il primo risale al 1911. Un gruppo di operaie di una industria tessile di New York stava scioperando da giorni contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare. Per stroncare la protesta, i proprietari dell'azienda avevano bloccato le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire. Ad un tratto però qualcosa andò storto e scoppiò un incendio che uccise ben 134 lavoratrici. 

Il secondo evento storico allo stesso modo dimostra l'impegno delle donne per i propri diritti e la propria libertà ed è legato alla Rivoluzione di febbraio in Russia, durante la Prima Guerra Mondiale. 


La prima giornata della donna in Italia invece si è svolta il 12 marzo 1922. Dal 1944 invece l’UDI, l’Unione Donne Italiane, ha istituito come giornata della donna nelle zone liberate dell’Italia, l’8 marzo e scelto come simbolo la mimosa per la festa delle donne, fiore di stagione, economico e che significa forza e semplicità.

Il significato della mimosa è il simbolo di questa ricorrenza, ed è stata scelta perché è un fiore che riesce a crescere, nonostante la sua fragilità apparente, anche su terreni difficili.

Comunque, la mimosa può essere solo un simbolo con il "fiocco" perché alla fine il vero regalo è quello del rispetto per tutto l'anno!

Non devi cercare di essere una grande donna, già il fatto di essere donna, ti rende grande!  

"Quando si scrive delle donne, bisogna intingere la penna nell'arcobaleno". Denis Diderot 


 
 

sabato 27 febbraio 2021

ALIMENTAZIONE - BENESSERE - RICETTE E CONSIGLI PER LA BUONA SALUTE

LA CUCINA AYURVEDICA di Amadea Morningstar e Urmila Desai (Nuova Edizione)

Ricette e consigli per una vita sana ed equilibrata 

Cibo per la mente, Saggezza per il corpo

Amadea Morningstar è specializzata in nutrizione, consulenza psicologica e polarity therapy. Riconosciuta a livello internazionale per il suo lavoro sull'alimentazione ayurvedica, insegna presso varie università degli Stati Uniti e conduce seminari di studio su Polarity Therapy, Ayurveda e nutrizione occidentale. 

Urmila Desai, affettuosamente chiamata "Mataji", cuoca eccezionale e profonda conoscitrice della cucina ayurvedica, ha condotto una vita dedicata al servizio agli altri e alla ricerca spirituale al fianco di suo marito, Yogi Amrit Desai. Urmila ci ha lasciati nel 2006, all'età di sessantanove anni. 

"La Cucina Ayurvedica" (Edizione Il Punto D'Incontro) è un manuale pratico e completo per apprezzare le proprietà nutritive e terapeutiche dei cibi è delle combinazioni alimentari in funzione dei diversi tipi di costituzione.

La cucina ayurvedica spiega quali cibi sono adatti alla nostra costituzione individuale, quali la danneggiano e quali ne possono ristabilire l'equilibrio quando si manifestano determinate carenze, al fine di favorire la salute fisica, la chiarezza mentale e il progresso spirituale. 

Oltre 250 gustose e collaudate ricette ci aiutano a mettere in pratica in modo piacevole l'antica saggezza ayurvedica. Attraverso una serie di utili suggerimenti, impariamo come nutririci in viaggio, quali pietanze scegliere al ristorante e come organizzare i menù settimanali per ogni stagione dell'anno e per ogni tipo di costituzione.

La scienza dell'Ayurveda, come la scienza dello Yoga, fu ispirata e sviluppata dai grandi maestri e veggenti dell'antica India. L'Ayurveda è forse la più antica scienza di vita, un metodo di dieta, sia curativa che di mantenimento della salute; si applica in gran parte attraverso diete appropriate ed è profondamente spirituale all'origine. Questo non è soltanto un altro libro di ricette, ma uno straordinario manuale di salute, che, se adoperato con adeguato discernimento, può condurre a una dimensione completamente nuova per l'accrescimento della salute e per le gioie della tavola. (Dalla prefazione di Yogi Amrit Desai, fondatore del Kripalu Center e direttore spirituale). 

Solo da pochi anni l'Ayurveda, il tradizionale metodo naturale di guarigione dell'India, è diventato molto conosciuto in Occidente. Il corpo fisico di per sé è formato e vive grazie al cibo. La maggior parte delle malattie si possono ricondurre in definitiva a una dieta scorretta. Una dieta appropriata è l'essenza della prevenzione delle malattie e la base per una vita sana e felice. 

Gli antichi saggi stabilirono dieci princìpi sui quali basare una dieta sana: 

1) I cibi devono essere caldi (solitamente cotti).

2) I cibi devono essere gustosi e facili da digerire.

3) I cibi devono essere assunti in quantità appropriate, né in eccesso, né in difetto. 

4) I cibi devono essere assunti con lo stomaco vuoto, dopo che l'ultimo pasto è stato digerito del tutto, non prima. 

5) E' necessario che gli alimenti operino insieme e non contrastino tra loro nell'azione che svolgono. 

6) I cibi hanno bisogno di essere consumati in un ambiente piacevole (non discutere a tavola, le discussioni generano energie negative che possono interferire sulla salute a lungo andare)   e con l'attrezzatura adeguata. 

7) Non si dovrebbe mangiare in fretta. 

8) Mangiare non dovrebbe essere un "orribile" protrarsi degli affari. 

9) Mentre si sta mangiando è meglio concentrare la propria attenzione sul cibo. 

10) Bisogna consumare solo del cibo con un valore nutritivo adatto alla propria particolare costituzione, alle proprie caratteristiche mentali ed emotive. 

Lo scopo della nutrizione ayurvedica è quello di migliorare la digestione e comprendere nello specifico la vostra costituzione personale. 

Che cosa significa in pratica comprendere la vostra costituzione? 

Idealmente un esperto medico ayurvedico può valutare il polso e darvi informazioni circa la vostra "prakruti" (costituzione). 

In questo manuale si potrà comprendere nello specifico la propria costituzione... 

Ci possono essere 3 tipi di costituzione: VATA, PITTA e KAPTA. 

Le persone con VATA predominante nella loro costituzione hanno il dono di una mente veloce; una pronta flessibilità e risorse creative. VATA è associato all'attributo del movimento. 

Le persone con PITTA dominante nella loro costituzione hanno il dono di una forte volontà e determinazione. Pitta è associato agli elementi di fuoco e acqua e spesso è la natura impetuosa di Pitta a essere notata per prima.

La persone con KAPHA prevalente nella sua costituzione è dotata di forza, resistenza e vigore. Kapha è associato agli elementi di terra e acqua e alle qualità di fede, stabilità, calma, fluidità e idratazione. 

Inoltre, secondo una prospettiva ayurvedica, le costituzioni si equilibrano e si squilibrano con il naturale cambiamento delle stagioni.  Questi cambiamenti possono venire alleviati o mitigati con avveduti mutamenti nella dieta e nello stile di vita. Le stagioni con le loro caratteristiche aiutano la nostra salute e producono un allineamento interiore con i cicli della terra. 

Viviamo in un tempo che richiede un nuovo tipo di equilibrio. L'epoca dell'anima semplice, i vecchi tempi in cui quello che non vedevamo non poteva ferirci, non ci sono più. Siamo circondati da cose intangibili su un pianeta che ha bisogno di essere difeso. Il nostro contributo a questa causa differirà da persona a persona, ma è essenziale. Spero e vi AUGURO che il vostro percorso sia infinitamente ricco di "buoni frutti" soprattutto in salute!


"Un libro affascinante. Se vuoi nutrirti in modo gustoso, avere una vita attiva e sentirti in forma,
La cucina ayurvedica è una miniera di preziose informazioni".   (Holistic healing)

"Contiene ricette facili ed efficaci basate sui principi dell'ayurveda che costituiscono una guida preziosa per la cucina di tutti i giorni". (Dott. Vasant Lad) 

"Non un semplice ricettario ma un autentico manuale per ottimizzare lo stato di salute attraverso il piacere della buona tavola". (Dott. David Frawley) 



domenica 21 febbraio 2021

ATTUALITA' E TEMI SOCIALI - MIGLIORARE SE STESSI

100 MODI PER CAMBIARE VITA ED ESSERE FELICI di Alfredo Meschi e Ilaria Farulli 

Proposte, esperienze, riflessioni, link e contatti per un’esistenza più felice e a impatto zero

 

 Ilaria Farulli e Alfredo Meschi vivono a Bosa, in Sardegna. Lei laureata in Pedagogia, in Adult and continuing education; lui attore, regista e formatore teatrale. Insieme hanno ideato il B&B e Baratto Villavillacolle, un successo mediatico nel 2009, da cui è nata la Settimana del Baratto, divenuto poi evento nazionale. 

 

"100 MODI PER CAMBIARE VITA ED ESSERE FELICI" (Edizioni Terra Nuova) è un volumetto agile e pratico per illustrare 100 modi per trasformare radicalmente il proprio modo di vivere e migliorare le relazioni con gli altri. Ogni scheda presenta una proposta alla portata di tutti per abbandonare la routine e inventarsi una nuova esistenza. A completare il volume una ricca e stimolante gamma di letture, link a siti internazionali e ad associazioni a cui fare riferimento per uno stile di vita a impatto zero e più felice.

 

Cos'è che vi piace fare? Bene, iniziate a farlo da subito. Iniziate a programmare il tempo da dedicargli, aumentandolo gradualmente.

Spesso, tra il desiderio di cambiare e il mettere in pratica il cambiamento, sorgono in noi la paura, le perplessità, il dubbio affossante...

Eccovi allora i 100 MODI per cambiare... Molti di questi, purtroppo, sono ignorati dai più. Non se ne parla abbastanza: non nelle scuole, non alla Tv, non al cinema, non sui quotidiani. Ecco perché, in queste pagine, troverete, oltre a una schietta descrizione di ogni possibilità, una serie di link per approfondirle. 

Dal libro...

IO MI INFORMO PER... 

Perché c'è così tanta gente che sembra voler sostenere una tesi, una posizione, una ragione, senza averla minimamente approfondita? 

Quando dico approfondire, non penso certo a guardare un Tg o a leggere un quotidiano (che poi è la stessa identica cosa). Penso invece a un lavoro di documentazione, di ricerca, di "navigazione". Purtroppo, quando l'argomento sul quale confrontarsi è l'economia, sembra che il faticoso, ma indispensabile, mestiere dell'informarsi non trovi molti adepti: dal vicino al cronista, dal ministro al conduttore, dal sindacalista all'attivista, tutti a ripetere le ricette propinate dei media principali. Certo la materia è complessa: spead, derivati, spending review, ma il concetto chiave è molto semplice: ci stanno distruggendo! Nessuno, in Italia, ha sviscerato meglio questo piano intenzionale di distruzione di massa, che si sta attuando attraverso le varie politiche economiche, del giornalista Paolo Barnard. Personaggio scomodo, come scomodi sono sempre stati quelli che non hanno paura di esporre una tesi e dimostrarla. Barnard non si limita ad analizzare quello che definisce "il più grande crimine", propone infatti anche una possibile soluzione: l'economia per la funzione pubblica, altrimenti conosciuta come Mmt (Modern money theory), dell'economista Warren Mosler. Ne avete mai sentito parlare? Probabilmente no, anche se ha contribuito a portare fuori dal baratro l'Argentina. 

E questa è solo una semplice informazione, ma nel libro possiamo scoprire altro...


Nel pieno della grande crisi, quindi, non ci resta che "attrezzarci" e vivere una nuova vita...

Oggi, finalmente, è giunto il momento di manifestare per quello che siamo: persone libere e meravigliose, nate per cooperare fra di loro, per essere solidali, per amarsi, per vivere una vita felice, perché la  vita non è solo "tempesta"... La storia non è quella passata, ma è quella che nasce dalla crisi più brutta...! Perché come diceva Walt Disney: "Se puoi sognarlo, puoi farlo!".  

Non sei povero quando non hai soldi, ma quando non hai nulla da offrire...La ricchezza che possiamo portare all'interno di una comunità sarà difficilmente misurabile in termini economici, ma non per questo sarà meno preziosa. Pensiamo che oggi, in una società mercificata, schiava degli scambi economici, del lucro ad ogni costo, riappropriarsi del nostro immenso valore e della gioia di condividerlo con gli altri sia un'ottima occasione per fare festa!

Questa lettura vuole essere solo un ulteriore stimolo per consolidare la vostra fiducia: vi meritate il meglio e... ci sono un "sacco" di modi per ottenerlo!  Alfredo Meschi e Ilaria Farulli 

Ah, dimenticavo di avvertirvi che..."Se per caso la vita vi manda l'invito alla tristezza, ditegli che siete impegnati con la felicità!  😉

 

 

martedì 2 febbraio 2021

LEGGE DI ATTRAZIONE - SPIRITUALITA'


LA FEDE E LA LEGGE DI ATTRAZIONE di Edoardo Ricci




Edoardo Ricci è uno studioso della legge di attrazione. I suoi interessi spaziano tra la climatologia, archeologia e la scienza in generale. La conoscenza acquisita dalla Legge di Attrazione ha permesso di trovare spiegazioni ai misteri della legge stessa e accostarla alla fede definendo così una strada completamente nuova e mai trattata. Questo libro è il suo libro d'esordio. 

"LA FEDE E LA LEGGE DI ATTRAZIONE" (Cavinato Editore International ) è un'opera che guida ogni lettore verso la strada giusta: "la strada dell'amore". 
Redigere un'opera come questa significa scavare in testi antichi e ricevere la medesima conoscenza di Dio. Chiunque ha scritto e scrive intorno alla "sapienza", alla conoscenza superiore, sicuramente sarà stato guidato, ispirato o gli sarà stata rivelata una parte di verità. Negli ultimi tempi, la nostra conoscenza della spiritualità, delle leggi superiori è andata via via aumentando, segno che i tempi sono maturi affinché possiamo "cambiare rotta" e migliorarci. 

"La risposta alla domanda "Perché esiste la legge di attrazione" mi ha condotto a capire che cosa veramente significhi essere fatti a immagine e somiglianza di Dio, e di questo mi sento grato". 

Grazie alla Legge di Attrazione e alla nostra mente, abbiamo la possibilità di realizzare i nostri sogni chiusi ormai da tempo "nel cassetto". 

Il principale obiettivo di questo libro è quello di osservare i consigli scritti nella Bibbia e trovare qualcosa di pratico per il problema in questione scoprendo un insegnamento per la vita odierna. 

Nella nostra cultura, nel nostro credo, la Bibbia è generalmente conosciuta ed accettata. Dato che la nostra fede trae spunto proprio da questo testo si rende necessaria questa ricerca. In queste pagine non esiste la superiorità di un libro religioso rispetto ad un altro, poiché i principi morali dell'uomo descritti in essa sono senza confini, universali, quindi utili a chiunque. 
Secondo la Legge di Attrazione, chiunque pensa a qualcosa e genera delle sensazioni, dei sentimenti, mette in moto questo meccanismo di attrazione. In pratica il tuo pensiero prevalente nella tua mente, permette di azionare la legge di attrazione e usufruirne. Questa è la prima regola base della Legge di Attrazione. Il pensiero prolungato su qualcosa la fa realizzare indipendentemente che sia piacevole o meno. 

La Legge di Attrazione agisce in base allo stato d'animo che proviamo, quindi come conseguenza potremmo aver attratto persone o situazioni che rispecchiano i sentimenti provati in quel momento. 
Noi esseri umani siamo come iceberg, la parte consapevole (è quella che si vede: parole azioni e sentimenti), mentre la parte nascosta è quella che corrisponde al subconscio (reazioni istintive, ricordi profondi, fobie, paure, traumi ecc.) tutto questo compone l'individuo nel suo insieme. 

L'IMPRONTA DI DIO
La fede è il primo passo per usare la forza attrattiva. Questa forza (la legge di attrazione) esiste perché qualcuno l'ha creata, altrimenti da sola non si poteva formare. Dobbiamo vedere la fede e la Legge di Attrazione per quello che sono: dei potenti mezzi per arrivare a qualcosa. Anche perché in realtà, la legge di attrazione ha molto a che fare con DIO. 

Siamo degli esploratori di nuovi mondi, di strade, di sentieri in cerca di conoscenza, quindi, goditiamoci il "viaggio" e rompiamo  le catene delle imposizioni senza senso che ci hanno imposto. 

Sentiamoci  liberi, informati, rimaniamo aperti mentalmente su ogni questione e andiamo AVANTI...

Ora  la chiave è nelle tue mani... APRI la porta del tuo cuore e dona al mondo il tutto... il tuo amore! Anna A.

 

giovedì 21 gennaio 2021

SAGGISTICA - CRESCITA SPIRITUALE - MEDITAZIONE

INTERVISTA COL BUDDHA di Federico Traversa

I consigli del Prof. Giulio Cesare Giacobbe per raggiungere la serenità 

 

 Federico Traversa è scrittore e co-fondatore di Chinaski Edizioni.

Si occupa da anni di musica ed è ideatore e conduttore del programma radiofonico "Città delle Luci". Nel 2004 pubblica il primo romanzo, Il Contorno del Camaleonte", ed è autore di diversi libri legati al mondo del rock, la sua svolta, come scrittore e come uomo, è avvenuta grazie all’incontro con Don Andrea Gallo, con cui ha scritto due libri di successo. Saltuariamente collabora con la rivista Classic Rock Italia e con il sito All Music Italia. Dal 2017 conduce, sulle frequenze di Radio Popolare Network e insieme a Episch Porzioni, la fortunata trasmissione "Rock is Dead", da cui è stato tratto un l’omonimo libro. 

"Intervista col Buddha" (Edizioni Il Punto D'incontro) è una lettura indispensabile per passare incolumi attraverso le difficoltà, ritrovare equilibrio e godersi al meglio questo bizzarro e incredibile gioco chiamato vita. 

Finalmente il messaggio tradizionale del Buddha viene riscoperto. Un motto semplice e chiaro per governare la mente e vivere sereni. Giulio Cesare Giacobbe, noto psicologo, studioso di filosofie orientali e autore di bestseller, racconta a un ricercatore spirituale come trovare equilibrio, pace mentale e serenità grazie ai messaggi originali del Buddha. 

Spesso ci soffermiamo su questo punto di domanda: Perché soffriamo? 

Secondo il Buddha si soffre per un errore di conoscenza, perché si crede che esistano cose che rimangono uguali a se stesse nel tempo. Si crede permanente ciò che in realtà è impermanente... La realtà è che non esistono cose, persone o situazioni che rimangono uguali a se stesse. Noi non viviamo in un universo statico ma in un universo dinamico, dove tutto cambia continuamente. Credere nella permanenza ci porta a soffrire perché conduce a uno scontro continuo con la realtà, una realtà che mette di fronte al fatto che niente è per sempre. E allora soffriamo. L'unico modo per non soffrire è accettare il cambiamento. Accettare il mondo com'è, diverso in ogni momento. Il segreto della felicità è molto semplice: godersi quello che c'è e non pretendere quello che non c'è.

Proprio ciò che affermava C. Darwin tempo fa... "Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento". 

I cinque poteri mentali dedotti dagli Otto Nobili Sentieri sono: il Controllo della Mente, la Presenza nella Realtà, l'Accettazione del Cambiamento, la Non Possessività e l'Amore Universale. Questi sono nient'altro che gli obiettivi pratici degli Otto Nobili Sentieri, condizioni psicologiche che ci permettono di raggiungere scientificamente lo stato di buddhità, ossia di costante serenità. 

In conclusione....I cinque Poteri sono collegati l'uno dall'altro e presentano una sorta di consequienzialità applicativa tipica del procedimento scientifico. Ciascun potere è possibile grazie alla realizzazione del potere precedente. 

Noi siamo ciò che pensiamo. Tutto quello che siamo sorge dai nostri pensieri. I nostri pensieri costruiscono il mondo. 

Il segreto della salute fisica e mentale non sta nel lamentarsi del passato, né del preoccuparsi del futuro, ma vivere il momento presente con saggezza e serietà. La vita può avere luogo solo nel momento presente. Se lo perdiamo, perdiamo la vita. L'amore nel passato è solo memoria. Quello nel futuro è fantasia. Solo qui e ora possiamo amare veramente. Quando ti prendi cura di questo momento, ti prendi cura di tutto il tempo. 

E, ricorda sempre che la pace viene da dentro. Non cercarla fuori! Vinci l'ira con delicatezza, la cattiveria con la bontà, l'avarizia con la generosità, la menzogna con la verità...e tutto facilmente, se hai fede, si risolverà! Anna A.

 


 



 


martedì 19 gennaio 2021

PSICOLOGIA - GUIDE PER GENITORI ED EDUCATORI

CONVERSAZIONI SULL'EDUCAZIONE DI ZYGMUNT BAUMAN 

IN COLLABORAZIONE CON RICCARDO MAZZEO

 

Zygmunt Bauman è uno dei grandi pensatori contemporanei, ha prodotto un "corpus" impressionante di libri che hanno inciso profondamente sulla comprensione del mondo contemporaneo. Ricordiamo "Modernità e Olocausto" e "Modernità liquida. Edizioni Erickson ha  pubblicato anche il suo Homo consumens. Lo sciame inquieto dei consumatori e la miseria degli esclusi nel 2007. 

Riccardo Mazzeo, editor storico della casa editrice Erickson, ha tradotto un centinaio di libri da inglese, francese e spagnolo e scrive sulle pagine culturali del "Manifesto". Tra i suoi libri ricordiamo oltre a questo, anche: Elogio della letteratura" con Zygmunt; altri:  "C'è una vita prima della morte?"; "Il vento e il vortice"; "Parlare di Isis ai bambini"; "Il musulmano e l'agnostico".  

 "Conversazioni sull'Educazione"  è un capolavoro che parla dell'educazione e i modelli da imitare per garantire un miglioramento nella società attuale,  "postmoderna", o meglio in questa "società liquida" come la definisce il teorico Zygmunt. 

Zygmunt Bauman (il più grande teorico sociale della nostra contemporaneità, qui in conversazione con Riccardo Mazzeo, un intellettuale suo amico) riflette sulla situazione delle ragazze e dei ragazzi di oggi e sul ruolo dell'educazione e degli educatori in uno scenario dove le certezze dei nostri predecessori non possono più essere date per scontate. 

Qual è il ruolo dell'educazione in un tempo che ha smarrito una chiara visione del futuro e in cui l'idea di un modello unico e condiviso di umanità sembra essere il residuo di un'era ormai conclusa? 

Di fronte alle sconcertanti caratteristiche del nostro "mondo liquido", molti giovani tendono a ritirarsi (in alcuni casi nella rete, in giochi e relazioni virtuali, in altri casi nell'anoressia, nella depressione, nell'abuso di alcol o droghe), nella speranza di proteggersi così da un universo oscuro e vorticoso. Altri si lanciano in forme di comportamento più violento come le "guerre tra bande"...ecc...Tutto questo avviene mentre i nostri politici restano a guardare, distratti, assenti o indifferenti... 

Da qui Riccardo Mazzeo espone l'argomento con l'amico ormai scomparso Zygmunt Bauman (gennaio 2017) sull'educazione e lo scenario della realtà inquietante in cui si trovano calati i nostri figli e delle prospettive plumbee a cui sono esposti i figli dei nostri figli. 

"Amo immensamente Zygmunt Bauman come intercessore, come persona e come esempio di vita. A 86 anni mi sembra ancora estremamente giovane, profondo, acuto, generativo. Lo ringrazio per il privilegio immenso di avere associato il mio trascurabilissimo nome al suo, così fulgido, nella stesura di questo piccolo libro impreziosito dalle sue incursioni in nuovi territori del pensiero, dalle sue illuminazioni, dalla poesia che fa capolino qua e là nel suo ferreo ma sempre vivido argomentare". 

Zygmunt Bauman è il mio pensatore preferito. A Bauman il coraggio non ha mai fatto difetto: né quando, giovanissimo, fu decorato per essersi precipitato come volontario a combattere contro i nazisti, né allorché, nel Sessantotto, fu cacciato dalla facoltà di sociologia ed esiliato dalla Polonia per aver sostenuto gli studenti contro una burocrazia asfittica e arrogante. "Creare", ha scritto nelle ultime pagine di Modernità liquida, "(e dunque anche scoprire) significa sempre infrangere una regola; seguire una regola è pura e semplice routine, non un atto di "creazione". 

ALLA RICERCA DI UNA GENUINA "RIVOLUZIONE CULTURALE"

Magatti descrive il nostro scenario: "Non esistono più centro o periferia, alto o basso, giusto o sbagliato: il capitalismo tecno-nichilista tende a inglobare tutto, compreso ciò che si produce ai suoi margini e addirittura ciò che gli si oppone. Non c'è più controcultura perché "tutto è produzione culturale". Anzi, la controcultura costituisce una novità che arricchisce la verità e come tale viene inglobata nel sistema". 

La modernità è la convinzione che "il cambiamento è l'unica cosa permanente e che l'incertezza è l'unica certezza". 
Per quanto limitati possano apparire i poteri del sistema educativo esistente, a sua volta irretito nei meccanismi consumistici, sopravvivono in esso sufficienti poteri trasformativi per annoverarlo tra i fattori più promettenti di tale rivoluzione.  


Bandura scrive..."Siamo sempre più esposti a potenti influenze che operano al di fuori delle istituzioni tradizionali e attraversano i confini nazionali".

Gli straordinari progressi tecnologici in atto e la globalizzazione delle forze economiche stanno creando situazioni di interdipendenza transnazionale in cui il controllo della vita individuale richiede sempre di più un'azione collettiva. Anna A.  

giovedì 31 dicembre 2020

BENESSERE PERSONALE - SAGGISTICA - DISCIPLINE ORIENTALI

GIOCAYOGA E MINDFULNESS di Lorena Pajalunga

Crescere in armonia e consapevolezza

Lorena V. Pajalunga (Swami Pragya Chaksu Saraswati) ha ricevuto trent’anni fa dal suo Maestro Swami Satyananda della "Bihar School of Yoga" di Munger, in India, il compito d’insegnare lo yoga ai ragazzi fondando l’Associazione Italiana Yoga Bambini (AIYB). Laureata in Scienze della Formazione, insegna yoga nel laboratorio di "GiocaYoga" presso la Cattedra di Pedagogia del Corpo dell’Università Bicocca di Milano.

"Giocayoga e Mindfulness" (Edizioni Il Punto D'Incontro) propone un metodo in otto punti per arrivare a portare le pratiche di yoga e mindfulness ai nostri figli, sempre così in bilico tra sovrastimoli mentali e una scarsa propriocezione del corpo. Il progetto è rivolto dunque a bambini della scuola primaria dai sei anni in su e nasce anche come risposta a specifiche richieste di numerosi insegnanti, che sempre di più manifestano la lor difficoltà di gestione di classi complesse. Questo progetto però non è solo per bambini. Genitori e insegnanti infatti verranno guidati passo dopo passo a proporre piccoli giochi e tecniche che porteranno loro stessi e i bambini verso una profonda coscienza di sé e una maggiore serenità. 

"Il gioco non va posto solo accanto agli altri fenomeni della vita, al lavoro, alla realtà, alla serietà, all'autenticità, e ancora, alla morte, alla lotta, all'amore e al potere; il gioco sta di fronte a tutto questo per accoglierlo in sé, rappresentandolo". Con queste parole il filosofo Eugen Fink, in un delizioso libro "L'Oasi del gioco", ne illumina la reale dimensione, sottraendola ai tanti luoghi comuni riduzionistici nei quali spesso risulta costretta. 

Dobbiamo alla passione e alla perseveranza di Lorena Pajalunga (fra le pioniere dello yoga per bambini in Italia), l'idea del Giocayoga, che contiene in sé tutti gli ingredienti di un maturo setting educativo: la sperimentazione corporea (sensomotoria direbbe Piaget), il piano simbolico il "far finta di" (il richiamo ai miti, la possibilità data ai bambini attraverso vari espedienti pedagogici di accorgersi che ciò che appare rinvia a qualcos'altro non immediatamente presente) e la rappresentazione, il potersi raccontare e condividere nel gruppo dei pari sensazioni, emozioni e pensieri. Un setting dal quale, per inciso, avrebbero molto da imparare anche le proposte rivolte agli adulti. (Ivano Gamelli)

"Le pagine che seguono rivestono la speranza di poter essere di aiuto a tutti gli insegnanti e gli educatori di buona volontà, praticanti o meno, che sentono il bisogno di impegnarsi in prima persona, ciascuno con le proprie modalità e le proprie peculiarità, con l'obiettivo autentico di ripensare a una forma di educazione rispettosa di ciascun bambino così come è, avendo a disposizione una tradizione lontanissima come quella dello yoga, ma al contempo estremamente fresca e attuale per i grandi temi che si incontrano. Lorena V. Pajalunga

Il libro è formato da OTTO INCONTRI nel Giardino Segreto, ogni incontro è formato dagli Obiettivi, Contenuti e Pratica; eccone alcuni esempi:

Incontro 1: C'è un giardino dentro di me 

Incontro 2: La mente del principiante

Incontro 4: I Colori delle Emozioni

Incontro 8: La Forza dentro di TE

Le pratiche proposte favoriranno nei bambini l'armonia e la pace verso il mondo esterno, sviluppando maggiore sicurezza interiore, equilibrio psico-fisico, buona salute e diminuendo l'aggressività. 

L'OMS afferma che "non vi è salute senza salute mentale"; infatti il benessere mentale e psicologico è componente essenziale della condizione di salute. Su questo principio universalmente riconosciuto si basa il Piano di Azione Globale per la Salute Mentale 2013-2020 elaborato dall'OMS in risposta alla risoluzione WHA65.4 del 2012, previa consultazione degli Stati membri e incentrato su servizi, politiche, legislazione, pianificazione, strategie e programmi. Il Piano d'Azione dell'OMS si occupa della salute mentale intesa come uno stato di benessere in cui una persona può realizzarsi a partire dalle proprie capacità, affrontare le difficoltà della vita di ogni giorno, lavorarein maniera produttiva e contribuire alla salute della propria comunità. Una positiva salute e uno stato di benessere psicologico sono cruciali per consentire ai bambini e agli adolescenti di condurre una vita soddisfacente, personale, sociale e accademica. L'OMS ha stimato che in tutto il mondo sino al 20% della popolazione pediatrica soffra di un problema psicologico o del comportamento e uno su otto di un disturbo mentale. I Principali quadri di disturbo mentale in età pediatrica quindi sono: Disturbi d'ansia; Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD); Disturbo del comportamento dirompente; Disturbo pervasivo dello sviluppo; Disturbo di apprendimento e di linguaggio; Disturbo intellettivo; Disturbi dell'umore; Disturbi alimentari; disturbi da tic. 

Con GiocaYoga aiuterai tuo figlio a diventare un adulto sano, felice che lo accompagnerà durante l'infanzia e l'adolescenza in un percorso di crescita e di equilibrio non solo con sé stesso ma con il mondo intero. Quindi non sottovalutiamo questa disciplina...


"Se ad ogni bambino di otto anni venisse insegnata la meditazione, riusciremmo ad eliminare la violenza nel mondo entro una generazione". (Dalai Lama).

"Matrice identitaria, il corpo, è eretto tra cielo e terra, è il filtro attraverso il quale l'uomo si appropria della sostanza del mondo e la fa sua attraverso la meditazione dei sistemi simbolici che egli condivide con i membri della propria comunità. Il corpo è la condizione umana del mondo". (David Le Breton)

"Nel profondo custodisco un piccolo giardino, cinto di solennità, che nessuna angoscia potrà più raggiungere, e se vorrai, di anno in anno, ne sposteremo più là i confini". (Rainer M. Rilke)


 


 

 




 

lunedì 14 dicembre 2020

SALUTE E BENESSERE - MEDICINE E CURE ALTERNATIVE

ATTIVA LE TUE DIFESE IMMUNITARIE di IVO BIANCHI 

Il nuovo programma per la salute a prova di virus 

 

Il prof. Ivo Bianchi, specializzato in medicina interna, è autore di numerosi libri e pubblicazioni nell'ambito di fitoterapia, nutraceutica, micoterapia, omeopatia e omotossicologia, materie che ha insegnato e divulgato in Italia e nel mondo. Ha un'esperienza clinica di ormai cinquant'anni nell'ambito della medicina naturale con pazienti di ogni età e patologia. Attivo sui social, redige la rivista settimanale online "Scienza Natura".  

 

"Attiva le tue difese immunitarie" (Edizioni IL Punto D'Incontro) è una guida pratica su come attivare al meglio il sistema immunitario, con una alimentazione mirata e integratori naturali.

Con un linguaggio a portata di tutti, il prof. Ivo Bianchi ci insegna a conoscere meglio questo prezioso alleato, le sue cellule, gli organi collegati e i fattori  di regolazione, fornendo anche un utile questionario per scoprire qual è il nostro livello di difese. 

Il segreto della salute è non nella forza, ma è nell’equilibrio ecco perché bisogna conoscere costantemente le proprie difese e ricorrere ai ripari; inoltre non bisogna sottovalutare lo stress che spesso incide sui vari fattori psicofisici dei pazienti. Nel testo, infatti, vengono ben specificate le conseguenze immunologiche dello stress. Il frutto di numerose ricerche, svolte in questi ultimi anni, ha posto l'attenzione sulle conseguenze patologiche dello stress su alcune malattie specifiche e sulle ripercussioni a livello immunologico a esso attribuibili. Lo stess, inquadrato come risposta costante volta all'andamento del soggetto, può generare una patologia, sia psicologica che fisica. 

Gli eventi stressanti producono infatti, un impatto su tutto l'organismo e il tipo di impatto dipende dalle condizioni psicofisiche e reattive dell'organismo stesso. 

L'apparato immunitario può essere considerato come un complesso sistema di meccanismi biologici, in costante equilibrio dinamico. 

Questo complesso organizza una tempestiva ed efficace reazione contro qualsiasi cosa nuova e inusuale. Il sistema immunitario ha una triplice funzione: Proteggere dall'aggressione esterna di altri organismi viventi (virus, batteri, funghi, parassiti...) Proteggere dall'aggressione interna di cellule ribelli e espellere sostanze o cibi inusuali ritenuti inadatti al tipo di metabolismo specifico dell'organismo. E' intuibile come sia fondamentale mantenere in buona efficienza, ma soprattutto in equilibrio, tale importantissimo apparato. Esso coordina con organi fissi e con cellule viaggianti a tutti i livelli, quelle difese che permettono la sopravvivenza stessa dell'organismo. 

Lo squilibrio immunitario è quindi la base permissiva di ogni malattia e se non viene corretto, se si agisce solo sui sintomi della malattia, non c'è modo di ottenere una vera guarigione. 

In questo libro il dott. Bianchi vi farà scoprire il vostro livello di difese immunitarie attraverso un facile questionario che vi permetterà di fare una prima valutazione clinica della situazione immunologica. In base al punteggio ottenuto si creano tre gruppi di soggetti dove potrete scoprire la strategia terapeutica  preventiva più opportuna e razionale per ogni gruppo. Il test può essere ripetuto una volta ogni 2-3 mesi per valutare i risultati della terapia in atto. 

Per concludere... 

Prima di qualsiasi pratica e cura per ritornare a mantenere la salute (che significa difese pronte ed efficienti), è sempre meglio riguardare il nostro stile di vita, di cui l'alimentazione, il sonno e lo stato psico-emotivo sono i fondamenti.
Le azioni più semplici per iniziare a difendere ed attivare le proprie difese immunitarie possono così riassumersi...adottare uno stile di vita sano, il che comporta: una dieta ricca di frutta e verdura, l'esercizio fisico regolare (anche una passeggiata a passo svelto per 10 minuti al giorno), possibilmente evitare di fumare, non eccedere nell'uso di sostanze alcoliche e anche gassate o zuccherate, mantenere sotto controllo il peso corporeo e periodicamente la pressione arteriosa.

In poche parole...Bisogna iniziare la giornata con la predisposizione a fare del bene, non solo al nostro corpo, ma anche al nostro spirito. Non basta però fare del bene, bisogna saperlo fare  anche  bene!  Anna A.

 



 


.