lunedì 28 gennaio 2019

GUIDE PER GENITORI ED EDUCATORI - COMUNICAZIONE

PARLARSI CON RISPETTO di Evelyn e Sven Schollmann 
Dal linguaggio del lupo a quello della giraffa
10 Moduli per educare alla comunicazione non violenta nella scuola primaria

Illustrazioni di Melanie Kirchgessner

Evelyn Schollmann insegnante di scuola primaria ed esperta in terapia del respiro e terapia del racconto. Pratica il metodo della comunicazione non violenta, per il quale è anche formatrice nel centro Sonnenhaus Oberstrahlbach, che gestisce con il marito Sven.

Sven Schollmann insegnante di musica e mediatore in conflitti familiari e sociali (con il metodo della comunicazione non violenta). Formatore nel centro Sonnenhaus Oberstrahlbach. 

"Parlarsi con Rispetto" Edizioni Erickson è un utile strumento per facilitare la lettura di emozioni e bisogni e per comunicare in maniera efficace e senza conflitti. La comunicazione non violenta (CNV) è stata diffusa negli anni '60 da Marshall Rosenberg e promuove il cosiddetto "Linguaggio della giraffa", assertivo ed  empatico, in contrapposizione con il "Linguaggio del lupo" che mira alla dominanza e al giudizio. 

Ogni persona ha bisogno di sincerità, sicurezza e rispetto e vuole vivere un'esistenza dotata di senso, in cui si senta valutata positivamente. Non sempre, però, abbiamo una chiara consapevolezza dei nostri bisogni. Spesso essi sono sepolti sotto uno strato di rimproveri, colpevolizzazioni o confronti. Così non riusciamo a instaurare nessun contatto empatico né con noi stessi, né con le altre persone. 
Il compito dei genitori, educatori e insegnanti, è proprio quello di educare, prima di insegnare. Lo scopo della famiglia, così come quello della scuola è quello di formare i giovani per la vita e non per una partita...
La differenza tra scuola e vita? 
A scuola, si insegna una lezione e poi si dà un compito. Nella vita, si dà un compito che vi insegna una lezione.   

Con la comunicazione non violenta (CNV), lo psicologo americano Marshall B. Rosemberg ci offre la possibilità di mantenere un atteggiamento di rispetto verso le altre persone anche in caso di conflitto e di appianare le divergenze in maniera costruttiva. La CNV è diventata famosa a livello mondiale come "il linguaggio della giraffa", poiché la giraffa è l'animale terrestre con il cuore di maggiori dimensioni, Rosenberg la utilizza come figura simbolica per la CNV, che del resto è chiamata anche "linguaggio del cuore". 
Lo stesso Rosenberg ha lavorato con la CNV in contesti di crisi come Israele, Palestina e Ruanda. In Serbia, con sostegno dell'ONU, la CNV è stata impiegata nelle scuole, a partire dalla scuola d'infanzia.

La CNV consiste nella pratica di quattro passi fondamentali: 1) Osservazione e percezione (Che cosa è successo?)  2) Emozione (Come ti senti?)  3) Bisogno (Di che cosa hai bisogno?) 4) Richiesta (Sai formulare una richiesta?). 
Il "progetto giraffa" si articola in una sequenza di dieci moduli, che possono essere utilizzati in qualsiasi anno della scuola primaria. Alla base di tutto ciò però ci deve essere l'amore, l'educazione e il rispetto come esempio di vita.  
Mi piace un insegnante che ti dà qualcosa da pensare da portare a casa oltre ai consueti compiti.

"Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre". S. J. Harris 

"Andare a scuola significa aprire la mente e il cuore alla realtà, nella ricchezza dei suoi aspetti, delle sue dimensioni. Questo è bellissimo! Papa Francesco 


L'educazione non è altro che amore ed esempio. Vi auguro di realizzare il vostro "progetto giraffa" con gioia, leggerezza e coraggio! Anna A.


"C'è un luogo al di là del bene e del male...Incontriamoci là". Rumi  





Nessun commento:

Posta un commento