mercoledì 6 aprile 2016

SAGGI RELIGIOSI


COME FRANCESCO di Silvia Bernola

Il Santo di Assisi come alternativa al "postmoderno" narciso-consumista


SILVIA BERNOLA   ha studiato presso la Pontificia Università Lateranense, specializzandosi in Didattica e Pedagogia. Attualmente insegna Religione Cattolica. L'interesse per l'Antropologia filosofica e la Spiritualità francescana l'ha portata al desiderio di scrivere un saggio sulla valenza umana, psicologica e spirituale dell'esperienza di San Francesco che oggi, nell'anno della Misericordia, fa vibrare le anime più che mai. 

"COME FRANCESCO" (KIMERIK EDIZIONI) è un libro-saggio dove l'autrice Silvia ha scelto di ripercorrere il cammino di Francesco con uno sguardo antropologico alla ricerca della vera umanità e di un'alternativa al "postmoderno" narciso-consumista che oggi è molto pertinente per vari motivi. La figura di San Francesco è da sempre (soprattutto negli ultimi anni grazie anche al nostro attuale Papa Francesco), un punto di riferimento universale e valido poiché siamo alla ricerca di modelli di riferimento concreti specialmente in  questo periodo di incertezze e di indeterminazioni. La vicenda di San Francesco, "mistico globale", con un'apertura  a tutti i livelli (Dio, uomo e natura) esprime ricchezza dell'Antropologia cristiana e le sue potenzialità: solo ripercorrendola possiamo trovare oggi una strada efficacemente alternativa.
Papa Francesco scrive:  "Credo che Francesco sia l'esempio per eccellenza della cura per ciò che è debole e di un'ecologia integrale, vissuta con gioia e autenticità."
La sua testimonianza ci mostra anche che l'ecologia integrale richiede apertura verso categorie che trascendono il linguaggio delle scienze esatte o della biologia e ci collegano con l'essenza dell'umano.  (G. Cicchese OMI) 

In una società consumistica la ricerca della felicità (lo scopo maggiormente evocato e utilizzato come esca nelle campagne di marketing) tende a spostare l'attenzione dal fare le cose, o appropriarsene, o accumularle, al disfarsene: ed è proprio questo ciò che occorre fare per far crescere il prodotto interno lordo. Il semplice impulso ad acquisire e possedere porterebbe con sé problemi futuri se non fosse sostenuto dall'impulso a scartare e a disfarsi degli oggetti. Nell'economia consumistica i prodotti prima arrivano e poi vanno in cerca di applicazioni. Molti, forse la maggior parte, di essi finiscono rapidamente tra i rifiuti, non essendo riusciti a trovare clienti, o addirittura ancor prima di cercarli. Bauman prosegue: "La "sindrome" consumistica è fatta tutta di velocità, eccesso e scarto. 

IL MESSAGGIO DI FRANCESCO
La vera eredità che Francesco lascia agli uomini di ieri e di oggi non è in definitiva che lui stesso: l'esempio vissuto di un uomo che riscopre se stesso lasciando ricchezze materiali, incarnando il ruolo di "icona", di un uomo interiormente libero, responsabile, lieto e grato. Dopo la conversione, infatti, egli imparò a vedere il mondo con occhi rinnovati e a relazionarsi con se stesso e con la realtà a lui circostante in modo accogliente e aperto. Bernanos  infatti sentenzia che "ogni vita umana è sotto il segno del desiderio e della paura, a meno che non sia sotto il segno dell'amore". Francesco dimostra che ciò può essere vero e possibile. 
Il messaggio di Francesco può così lasciare in eredità: l'idea dell'umiltà come "terapia" (medicina) per uscire dalla falsa sicurezza dell'egocentrismo narcisistico. 
I narcisisti amano la propria immagine e non il proprio sé reale, ciò che fanno è piuttosto diretto a incrementare l'immagine, spesso a scapito del sé. 
L'uomo, immagine di Dio, non è narcisista e nemmeno egoista, è fatto per la carità, per il dono di sé. Diventa ben chiaro a questo punto, come l'umiltà si pone quale "conditio sine qua non"  della possibilità stessa di vivere nel dono generoso di se stessi. 
Tutto questo processo esige una "lotta", una fortezza d'animo che sappia spezzare le resistenze dell'egoismo poiché il senso della vita interiore e della disciplina cui la fede richiama è orientato alla ricerca dell'unificazione, armonizzazione dell'io personale-corporeo con gli altri, la natura e il mistero di Dio. 

Auguriamo a ogni lettore che possa modellare la propria anima "Come Francesco" e che possa imitare ed irradiare il vero amore puro ed autentico come quotidianamente ci insegna il nostro amatissimo Papa Francesco.    Anna A. 












Nessun commento:

Posta un commento