martedì 9 gennaio 2018

RACCONTI E SAGGI

LA VIA PER IL BENESSERE  
ALCHIMIA TRA L'AMORE E LA MORTE  di SANDRO NAPOLITANO - volume 3

Sandro Napolitano è autore, e può essere definito uno scrittore "di luce", perché scrive spinto dalla necessità di lanciare un messaggio forte ai lettori, illuminando il loro cammino. 


"Alchimia tra l'Amore e la morte" (Rapsodia Edizioni)  è il terzo volume che completa la Collana "La Via Per il Benessere". Il viaggio di Elian continua in questo terzo volume e verrà turbato da una tempesta di proporzioni epocali, portandolo a doversi confrontare con una serie di eventi che gli faranno vivere momenti difficili e attimi meravigliosi. 

Male e bene sono due entità inscindibili. Non può esistere l'una senza l'altra. Come non esistono persone buone o cattive. Esistono persone che, in base all'educazione ricevuta, al contesto nel quale sono cresciute, le scuole dove sono state formate, le esperienze dirette o conosciute, compiono azioni buone o cattive a seconda delle circostanze. Esiste  tuttavia, per alcuni individui, una parte preponderante, ben più marcata rispetto alla media, che li porta a compiere azioni per lo più cattive. Almeno ai nostri occhi. 
Ma quali elementi abbiamo per giudicare la vita di un'altra persona se non compararla con la nostra vita stessa?
Ognuno di noi si forma seguendo un'educazione e una scala di valori che varia di caso in caso. Due persone cresciute in contesti e famiglie agli antipodi giudicheranno in maniera diversa le azioni compiute da una terza persona. Nel complesso non si prendono mai in considerazioni, o quasi mai, le cause che spingono un essere umano a compiere determinate azioni. La superficialità regna sovrana. E quindi, in definitiva, troviamo più comoda e sbrigativa la spiegazione più ovvia, e così facendo e dividendo il mondo tra buoni e cattivi, bene e male, giusto e sbagliato, si appiattisce la capacità di comprensione dell'essere umano, che va ben oltre una sua buona azione o un gesto sconsiderato. Se ci si prendesse la briga, di tanto in tanto, di andare in fondo alle storie, si scoprirebbero scenari inimmaginabili. 

Quando si dice che Dio è in te, in verità significa che l'alchimia è in grado di produrre delle particolari combinazioni vincenti in un determinato momento evolutivo. L'intensità e la potenza della combinazione vincente che riesci a creare è influenzata fortemente dalla tua volontà, la tua consapevolezza e da tutti quei fattori che donano equilibrio e armonia nei tuoi corpi. La mente collettiva è una sola, così come ciò che riconosci come Spirito e come Anima, ma è in grado di sviluppare l'illusione di interi universi e di dividersi in innumerevoli frammenti. 
Il tuo cervello è estremamente complesso e potente, le decisioni importanti le prendi a livello inconscio ancor prima che la tua coscienza superficiale le possa valutare, per cui quella che credi essere una tua libera scelta in verità è stata compiuta qui nel campo del "Raccolto".

Esiste certamente un disegno più ampio e grande di noi, ma la risposta non va mai cercata all'esterno, ce l'abbiamo dentro, poiché in tutti noi risiede Dio. 
Il mondo può cambiare, e noi con lui, solo quando proviamo a metterci "nei panni" degli altri, ed essere predisposti a comprendere sia gli stati emotivi (emozioni e sentimenti), che cognitivi (idee e pensieri). 

Credo che un uomo per essere sulla strada della felicità deve dare un senso profondo a quello che fa, e per dare un senso deve fare un percorso della comprensione che porta alla consapevolezza... 
E come diceva Dostoevskij: "Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso". 
Bisogna imparare a vivere al meglio la vita e  cogliere tutto ciò che la vita propone quotidianamente e magari accettare anche il consiglio di Orazio..."Carpe  diem".  Anna A. 

Il mio insegnamento è semplicissimo, dritto al punto essenziale: vivi momento per momento, muori al passato, non proiettare alcun futuro, godi il silenzio, la gioia, la bellezza di questo momento. (Osho) 









Nessun commento:

Posta un commento