venerdì 14 ottobre 2016

SCUOLA - SAGGIO DIARIO SCOLASTICO

L'IMPORTANZA DEL VOLERSI BENE di Giuseppe Percoco

Giuseppe Percoco laureato in Architettura, sei anni all'estero. 
Torna in Italia con due libri, il primo: "Brrr...exit! - Una storia italiana a Londra", e il secondo "L'importanza di volersi bene".
Entrambi consigliati all'interno delle scuole, il primo come narrativa, e il secondo, come un diario, composto da una pagina narrata e una volutamente bianca, di confronto e d'interazione con lo studente, con il lettore. 
L'autore è ideatore di programmi pedagogici nelle scuole e nelle carceri, motivatore sociale, attivo politicamente e impegnato in progetti di sviluppo culturale e di Pace. 


"L'importanza di volersi Bene" (Edizioni Kimerik)  è un diario-saggio che ha lo scopo di introdurre ogni lettore alla scoperta di sé stesso e come imparare l'arte del  "volersi bene".  
Volersi bene significa vivere la propria vita in modo completo: sentirsi in armonia con se stessi, con i propri valori, i propri bisogni, le proprie aspirazioni. Tutto ciò potrebbe sembrare semplice e scontato, ma non è sempre così. 
Viviamo in un mondo "mascherato", il  mondo è diventato un grande palcoscenico dove ognuno recita una parte: nessuno vive più secondo le uniche Leggi che contano, quelle dell' Amore. 

La vita è un'opera d'arte, ognuno di noi è il protagonista autentico e concreto della propria realtà, meglio vivere come personaggio autentico che "surrogato" di una società "contaminata". 
Il compito più difficile è quello di distinguere la propria identità da quella falsa.  Il concetto di "volersi bene" significa appunto questo, accettarsi e amarsi per quello che si è, e condividere il "tesoro nascosto" che possediamo dentro di noi. 
Amare se stessi, significa irradiare la propria essenza (che ci è stata donata dalla nascita, dalla Sorgente Superiore),  quella vera, quella che è composta dall'amore vero: l'Amore Universale, quello che unisce ogni cuore e che rende ogni  essere migliore. 

Ogni essere umano possiede interiormente una fonte di ricchezza d' amore inestimabile che non sa di possedere e ancora peggio che la tiene nascosta dentro di sé senza esternarla. La rinascita interiore è infatti questo, saper comprendere ciò che abbiamo ricevuto fin dalla nascita e imparare a condividerlo con gli altri. Se impareremo a trasmettere la nostra profonda identità integra e "pura" diventeremo esseri veramente liberi e più felici. 

Il compito più importante di ogni essere umano  è quello di ripulire e ripartire alla "grande"... e sapete perché? Perché questa è l'unica soluzione che potrà migliorare la propria condizione e conquistare la vera libertà.  

Un consiglio saggio da adottare per migliorare la propria vita è questo: 
"Mettervi comodi" godetevi lo "spettacolo personale", esprimete ciò che meglio potete attraverso  la creatività, la fantasia, la saggezza, l'altruismo, la calma  e imparate a condividerlo con gli altri in questo modo si potrà conquistare il mondo intero e la completa libertà. 

Cosa stiamo aspettando per costruire il mondo che vogliamo? 
Impariamo a costruire ponti, alleanze di cuori, non muri di gente avida e opportunista, che diventa sempre più egoista. 
Non ignoriamo ciò che arriva per salvarci, iniziamo un nuovo viaggio verso la vera conquista personale, verso una nuova filosofia di vita... 

E' questo il primo passo verso una nuova RINASCITA! 
Iniziamo  a giocare rispettando DUE REGOLE: 
1) Non esistono gli altri nelle proprie colpe, non esistono gli altri nei propri meriti...
2) Eliminate quanti più "NO" possibile pronunciate durante il giorno "Si? Si! "

La vita ha un valore inestimabile e ogni essere umano ha il potere di concentrarsi sulle proprie capacità della condivisione, della collaborazione e della predisposizione a irradiare il bene assoluto. Il bene non è un oggetto da acquistare, ma è una costante energia purificata: l'energia dell'AMORE.

Da questa energia del benessere è nato questo progetto: "L'IMPORTANZA DEL VOLERSI BENE", un progetto socio-educativo che ben presto arriverà nelle scuole (già è stato presentato il 13 ottobre 2016 a Roma in un istituto) e diventerà un protocollo istituzionalmente riconosciuto, una disciplina che coinvolge e chiede sostegno di scuole, educatori, genitori e persone adulte che vogliono migliorare il proprio percorso di rinascita personale.  Anna A. 
























































Nessun commento:

Posta un commento