giovedì 26 marzo 2015

RIFLESSIONE QUOTIDIANA


L'ARTE DI PRENDERSI CURA DI SE' 
*CONSAPEVOL-MENTE*



Quanto tempo dedichi a te stesso/a? Quanto tempo dedichi al tuo benessere psicofisico? 

Focalizza questo concetto prima di proseguire la tua giornata...
"La persona più importante della mia esistenza, quell'unica con cui sono destinato a vivere 24 ore su 24 ogni istante della mia vita fino alla fine...sono IO "
Amare se stessi, in fondo, significa innanzitutto *imparare ad amare*. Per amare devo aver imparato a gestire le mie emozioni e capito come nascono. Amare è una scelta che richiede forza e coraggio. 
Prendersi cura di sé è un inizio di una grande storia d'amore con TE stesso...
Detta così può sembrare assurdo e strano...ma è la pura verità. Attenzione però a non confondersi con la cura di sé assecondata dai vizi...o cose materiali che desideriamo..
Prendersi cura di sé è una forma mentis di primaria importanza alla quale dovremmo essere ben abituati fin dall'età dello sviluppo, attraverso una cultura (purtroppo attualmente carente)  che "insegni" il benessere interiore. 
Spesso dimentichiamo che il nostro fisico ha bisogno di attenzioni e di cura per offrire la sua riconoscenza: benessere e felicità, perchè è lo stare in sintonia con noi stessi, il ricordarsi di noi stessi, il volersi bene ogni giorno, incessantemente che ci prepara al meglio della vita. 
La cura di sé infatti, non deve partire dal momento che ci si ammala o si presentano disturbi psicologici, ma deve partire da quando apriamo gli occhi fino a quando li chiudiamo...In pratica sempre...costantemente nella nostra quotidianità a prescindere dagli eventi stressanti o varie problematiche che si presentano sul nostro percorso...

L'uomo ha bisogno di riscoprire se stesso imparando a conoscersi nel profondo, bisogna dedicare maggiore attenzione alla cura del proprio benessere interiore. Bisogna imparare la vera arte filosofica: come vivere in simbiosi con la propria anima.
Da qui parte l'esigenza della filosofia. La pratica filosofica è dunque un'interrogazione sul mondo, sul nostro sapere sul mondo, su noi stessi e sul nostro modo di pensare. L'uomo è lo specchio del mondo e la sua attività di pensiero è appunto la *riflessione*. Ma mentre riflette la potenza del mondo avverte anche la sua inadeguatezza di fronte a questo. Il bisogno di un senso della vita assale l'uomo che non riesce a situarsi nel mondo. Attraverso la filosofia l'uomo trova un rimedio ai mali. 
Cambiando modo di pensare, guardando oltre i limiti, si potrà trasformare radicalmente la propria esistenza poichè si diventa artefice della propria felicità e quindi del proprio benessere globale. 

Prendersi cura di sé significa amarsi e dedicarsi  completamente al benessere completo (mente corpo anima) e far si che la vita sia un percorso verso il miglioramento di se stesso e non in competizione con gli altri. 
Imparare ad apprezzare le cose che già si possiedono  in questo momento piuttosto che rimpiangere ciò che avevamo. 
Non importa quanto di bello ci sia effettivamente nella tua vita...

Prova a svegliarti ogni giorno e sii grato per ciò che hai... Inizia ad essere riconoscente verso gli altri che ti sono accanto e quelle persone che incontrerai...soprattutto per  le persone meravigliose e le cose straordinarie che già sono presenti nella tua vita...
Sii grato per tutto ciò che ti circonda...Focalizzati soprattutto su ciò che potrai fare per migliorare te stesso...Focalizzati sul bene..e lascia la tua impronta...il resto viene da Sè...Vivi sempre con amore e devozione verso te stesso e la tua vita... solo così potrai comprendere la vera essenza della tua esistenza e godere finalmente di quella luce che ti irradierà verso l'infinita felicità!  








Nessun commento:

Posta un commento